L’ABRUZZESE LUISA TAGLIERI A MILANO CON STEFANIA CRAXI E ANTONIO TAJANI

E’ stata personalmente Stefania Craxi, presidente della terza commissione Affari Esteri e Difesa del Senato della Repubblica, a invitare Luisa Taglieri candidata nel ruolo di consigliere regionale alle prossime elezioni in Abruzzo con il partito fondato da Silvio Berlusconi, all’evento “Forza Italia, La casa dei riformisti”. L’appuntamento si è svolto questa mattina nel Centro Convegni Mantovani Furioli a Rho (Milano). Presenti per l’occasione, tra i tanti, oltre alla Senatrice Stefania Craxi, Antonio Tajani, segretario nazionale di Forza Italia, vicepresidente del consiglio dei ministri e ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Maurizio Gasparri, Licia Ronzulli, Letizia Moratti, Gabriele Albertini, Paolo Del Debbio.
“Sono grata a Stefania Craxi di essere qui e sono onorata di essere ritornata nella mia famiglia in Forza Italia. L’Abruzzo è stato una roccaforte del partito socialista italiano”, ha dichiarato nel suo intervento Luisa Taglieri che ha aggiunto:“Oggi con una grande forza, con grande dignità, ho accolto l’appello della Senatrice Stefania Craxi  e del segretario nazionale Antonio Tajani di tornare in un partito in cui si respirano i nostri valori, in cui ho risentito il profumo di libertà, di giustizia sociale, di pari opportunità, di Europa”.
“Con la nascita di Forza Italia è nata anche la Casa dei Riformisti”, ha affermato Stefania Craxi, “il riformismo è un’attitudine. È la disponibilità del cervello, del cuore degli uomini a misurare le idee di progresso, a confrontarle con la realtà. Con il tempo le idee possono cambiare, la realtà cambia, cambiano le domande, le aspettative e la disponibilità delle persone. Il riformismo deve saper aggiornare le idee, cogliere nuove opportunità, interpretare nuove istanze”. A concludere il convegno il segretario nazionale Antonio Tajani: “Forza Italia è stata in grado, Berlusconi è stato in grado, di fare una sintesi tra persone come me, come Maurizio Gasparri e come Stefania Craxi, perché c’è quel minimo comun denominatore che è la centralità della persona”, ha sottolineato Antonio Tajani. “Noi liberali, cristiani, socialisti, crediamo nella persona e nella sua dignità”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *