PETARDO CONTRO BANCOMAT POSTE, SULMONESE SCONTERA’ CARCERE PER 15 GIORNI

Gettò un petardo contro il bancomat dell’ufficio postale di via Cornacchiola, a Sulmona, danneggiandolo seriamente. Per questo fatto Antonio De Simone, 54enne sulmonese, dovrà scontare la pena di quindici giorni di carcere, per effetto della sentenza passata in giudicato. Lo ha deciso l’ufficio delle esecuzioni penali della Procura Generale della Repubblica della Corte d’Appello dell’Aquila che ha notificato all’avvocato, Alberto Paolini, che assiste il sulmonese, il decreto di sospensione di ordine per la carcerazione e il ripristino dello stesso. Con il provvedimento è stato sostanzialmente rilevato che il Tribunale di Sorveglianza dell’Aquila ha rigettato l’istanza dell’affidamento al servizio sociale e della detenzione domiciliare, disponendo la carcerazione del condannato. De Simone si rese protagonista dell’episodio nel 2010. Per aver esploso quel petardo contro il bancomat delle poste ha avuto condanne in tutti i tre gradi di giudizio per il reato di danneggiamento. La sentenza del Tribunale di Sulmona risale al 20 maggio 2013 mentre quella definitiva è stata notificata il 2 marzo 2018. Gli agenti del Commissariato di Sulmona nella giornata di ieri hanno quindi trasferito nel carcere di via Lamaccio il 54 enne, procedendo all’arresto, come disposto nel decreto.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *