VIALE STAZIONE, I RESIDENTI: ALBERI PERICOLANTI E MARCIAPIEDI SPORCHI

Nuove proteste ma anche richieste vengono dai residenti di viale della Stazione. “Malgrado il recente rifacimento del manto stradale e la realizzazione di un efficace sistema di smaltimento delle acque piovane, il viale continua a soffrire di annose inefficienze e trascuratezze gestionali” precisano i residenti appellandosi ai neoassessori Mauro Tirimacco e Luigi Biagi, perché il Comune si attivi subito per il taglio degli alberi pericolanti, che rischiano di cadere da un momento all’altro, anche solo in caso di maltempo, rovinando su persone o edifici. Così come urge la potatura di fogliame ingombrante, che rappresenta un disagio ed un rischio per la viabilità lungo una strada ad elevata intensità di traffico. Mentre al Cogesa i residenti di viale Stazione chiedono la pulizia dei marciapiedi, spesso invasi da foglie e addirittura arbusti da tempo abbandonati. Altra segnalazione riguarda la necessità urgente del ripristino del transito e delle fermate per le corse dei mezzi dell’azienda regionale Tua, da e per Roma, in sospensione dal momento che vennero avviati i lavori sul viale e da quel momento mai più ripristinati. Ed infine i residenti chiedono l’immediata riparazione del ponte che  collega il viale al centro cittadino, transennato ormai da anni.