“ECO E NARCISO” IN VIDEOINSTALLAZIONE AFFASCINA ROMANI E TURISTI

Sono stati migliaia i romani e i turisti che nel fine settimana trascorso hanno potuto godere della proposta artistica dedicata al Bimillenario Ovidiano e alla poetica di Ovidio. Nell’ambito del progetto Memoria e immaginario di Roma, sabato e domenica scorsi, nei Mercati di Traiano – Museo dei Fori Imperiali a Roma, i visitatori si sono immersi nella poetica ovidiana grazie alla videoinstallazione: “Eco e Narciso – Sit Tibi Copia Nostri”, curata dal regista Daniele Campea, prodotta da Creatives, Sulmonacinema e Wolf Soluzioni per il cinema, la proiezione del documentario “Metamorfosi di un Poeta” di Pietro Faiella e, in conclusione, la lettura “L’arte di amare” a cura di Liliana Massari e Pietro Faiella. In quest’ultimo caso la fruizione è stata inedita e assai interessante, grazie al format di Teatro Mobile che prevede l’utilizzo di tecnologie con cuffie audioriceventi, una modalità non invasiva e di forte impatto emozionale che consente, in un sorprendente beneficio costi-ricavi, la realizzazione di eventi, anche multilinguistici, per abitanti e visitatori. 
Particolare successo di pubblico si è registrato nella serata di sabato scorso quando, anche grazie alle Giornate Europee del Patrimonio, un numero altissimo di cittadini romani e turisti ha visitato gli spazi ricchi di fascino e storia dei Mercati di Traiano e ha assistito alla videoistallazione allestita in uno dei locali della Via Biberatica, l’antica via delle tabernae.