TROVATO A RIVISONDOLI FURGONE CON REFURTIVA SOTTRATTA A POPOLI TERME

Sabato scorso, i carabinieri di Pescocostanzo hanno fatto una scoperta significativa durante un’operazione di routine a Rivisondoli. Un furgone Ducato bianco, fermo a causa di un’avaria al motore, è stato individuato nel comune montano. Ciò che ha attirato l’attenzione dei militari dell’Arma è stata la presenza di materiale sospetto a bordo.

Dall’ispezione del veicolo, è emerso che all’interno del furgone erano presenti attrezzi agricoli del valore stimato di oltre 10 mila euro. Questi strumenti, secondo quanto riportato dai carabinieri, sarebbero parte della refurtiva sottratta a Popoli Terme durante un raid notturno avvenuto tra il 15 e il 16 aprile. Durante quell’operazione criminale, sono stati depredati capanni di contadini e rimesse nella zona di contrada Pantano, sempre in Val Pescara.

Oltre agli attrezzi agricoli, i carabinieri hanno rinvenuto nel furgone anche strumenti utilizzati per lo scasso, suggerendo un coinvolgimento dei ladri in attività criminali di questo tipo.

L’individuazione del furgone e della refurtiva rappresenta un passo significativo nell’inchiesta in corso condotta dalle forze dell’ordine. I carabinieri di Pescocostanzo stanno lavorando per identificare i responsabili di questi furti e portarli alla giustizia.

Domenico Verlingieri