COL VICE SINDACO CASCIANI ANCHE IL PECCATO VA IN VACANZA

di Luigi Liberatore Qualcuno, opportunamente, mi dirà: ma ce l’hai con lui? No, no davvero. Il vice sindaco di Sulmona mi è oltretutto simpatico, pur non conoscendolo di persona; e perché mai dovrei nutrire verso di lui considerazioni, oppure sentimenti, preconcetti? Franco Casciani lo rispetto soprattutto per il coraggio che ha avuto nell’assumere la carica di assessore, cioè di caricarsi il fardello di amministratore per un comune come quello di Sulmona, di una città che ha mille problemi; quelli insoluti ed ereditati dal passato, sia quelli prospettati da un futuro incerto e tutto da delineare. Guardate che stare lì su quella sedia, a cercare di risolvere i problemi della gente, non è agevole anche se qualche privilegio di immagine te lo dà; senza dimenticare, però, che nell’assumere qualsiasi provvedimento ti potresti trovare qualche ora dopo nelle maglie di qualche magistrato (che Dio non li abbia in gloria). Il Casciani politico, come segretario del Circolo Pd di Sulmona, è un disastro ed è inutile esplorare a ritroso il suo disgraziato percorso. E’ un anno che è vice sindaco, con delega ai lavori pubblici, e ci sembra che nell’affrontare le problematiche abbia cercato di scaricare le crisi emergenti soprattutto sulla inerzia di chi lo abbia preceduto, senza brillare peraltro per intuito nel prospettare soluzioni ravvicinate. Questo è il peccato che si porta dietro il vice sindaco di Sulmona, al quale non difetta il coraggio di muoversi con libero arbitrio nella fragile e incerta cristalleria di palazzo San Francesco. Io non sono ancora riuscito a capire se ad amministrare Sulmona ci vorrebbero più Casciani, o se perché le cose vadano bene bisognerebbe liberarsi di Casciani. E’ lui nel bene (poco) e nel male (assai), però, che sta delineando l’immagine di Sulmona. Ho conosciuto sindaci come il concreto Di Bartolomeo, il potente e spregiudicato Franco La Civita, il curiale Lando Sciuba, il “tribuno” Bruno Di Masci; e poi l’autorevole Anna Maria Casini, una donna che ha sottratto al vizio del commissariamento il Comune di Sulmona per consegnarlo al suo successore dopo cinque anni di gestione tormentati ma efficaci. Ecco, a lei, prima di smettere con le mie inutili scorribande giornalistiche, rivolgo un pensiero a nome della città.  Non abbiamo grandi notizie del neo eletto dopo un anno dal suo insediamento, né grandi prove di leadership: Ci troviamo sempre a che fare con Franco Casciani e con le sue uscite estemporanee di politico e di amministratore. Andiamo in vacanza pure noi, in compagnia dei suoi “peccati”. Non ce ne voglia. Ci sentiamo a settembre.

Un pensiero su “COL VICE SINDACO CASCIANI ANCHE IL PECCATO VA IN VACANZA

  • 16 Agosto 2022 in 15:40
    Permalink

    Buone vacanze a voi e buon defatigante riposo alle sue gravate giornalistiche meningi.
    Nel durante, presti particolare attenzione alle cattive compagnie, acché non le rovinino il dovuto nonché necessario ristoro feriale; meglio non pensarci e far sgonfiare il tutto per prepararsi a un nuovo gasante “ottembre”.
    Del suo lungo periodo ne gioveremo congiuntamente anche noi. Grazie.

I commenti sono chiusi