OASI WWF ANVERSA DEGLI ABRUZZI, UNA TARGA IN MEMORIA DI LISA GIOVANE AMBIENTALISTA

Hanno scelto l’Oasi delle Gole del Sagittario per scoprire una targa in memoria di Lisa, una ragazza prematuramente scomparsa, impegnata come ambientalista. La cerimonia inaugurale della targa disegnata da Fulco Pratesi, fondatore del Wwf Italia e suo presidente onorario, si è svolta nell’Oasi di Anversa degli Abruzzi, domenica scorsa. “Per noi è stato un motivo di grande soddisfazione ed un onore il gesto del Wwf per coltivare la memoria della nostra amata Lisa” hanno sottolineato gli organizzatori dell’iniziativa, alla quale hanno partecipato Filomena Ricci, presidente del Wwf Abruzzo, Sefora Inzaghi, direttrice dell’Oasi, con una rappresentante del Wwf nazionale, che è stata vicina a Lisa e alla sua famiglia, il sindaco di Anversa, Gianni Di Cesare, i familiari e gli amici della ragazza scomparsa e i ragazzi dell’associazione Mondo Futuro. In ricordo di Lisa sono state declamate poesie, con parole toccanti che hanno restituito ai presenti il sogno di Lisa di un futuro sostenibile ed il suo amore per la natura, per gli animali e per le persone più deboli: testimonianza di valori intensamente vissuti dalla ragazza e che restano scolpiti nella memoria e negli affetti di chi ha avuto fortuna di conoscerla e stimarla. Nel giardino che ha ospitato la targa c’era una mostra originalissima dell’artista Tonio Specchia sul simbolismo delle farfalle come segno di trasformazione e di rinascita, realizzate tutte con materiali riciclati. Dopo la cerimonia, guidati dalla Direttrice dell’Oasi, la piccola folla raccoltasi per la cerimonia ha esplorato le Gole con il suggestivo ruscello che attraversa l’intera area naturalistica. “Una giornata indimenticabile con Lisa nel cuore che ripeteremo ogni anno in un luogo davvero straordinario dal punto di vista ambientale” hanno detto familiari e amici.  Nella targa che ricorda Lisa e il suo impegno per l’ambiente c’è una frase da lei stessa scritta nella primavera del 2020, che così testualmente recita: “Viviamo in un tempo in cui sta aumentando vertiginosamente il degrado ambientale…In un mondo sempre più interdipendente dobbiamo essere in grado di pensare ed agire insieme… La nostra generazione ha una grande responsabilità nel costruire il proprio futuro…”.