COGESA: L’ASSEMBLEA DEI SINDACI MANDA VIA IL CDA PER GIUSTA CAUSA

L’assemblea dei soci del Cogesa revoca il mandato al Cda per giusta causa e nomina Franco Gerradini come  amministratore unico a tempo determinato. Ma sull’intera operazione pende la spada di Damocle dello statuto che secondo i più informati renderebbe nulla la seduta e quindi anche la decisione di defenestrare il Cda.  A votare l’immediata uscita di scena del presidente Nicola Guerra e dei consiglieri Sandro Ciacchi e Valentina Di Benedetto, sono stati i sindaci di Sulmona, Pratola Peligna, Pettorano sul Gizio, Acciano,  Pacentro, Cansano che aveva la delega anche di Vittorito e Tornimparte, in tutto 466 quote societarie e non le 600 che costituiscono la soglia di maggioranza necessaria affinché la votazione sia valida. Molti dei sindaci presenti in assemblea, in buona parte appartenenti al centro destra,  non erano infatti favorevoli all’immediata uscita di scena del Cda e non hanno partecipato alla votazione finale, facendo mancare il numero legale.  Almeno questa è la convinzione del Consiglio di amministrazione che già domani mattina potrebbe uscire con un comunicato in cui proverà a spiegare l’intricata situazione. In precedenza la stessa assemblea, questa volta con ampia maggioranza, (mancavano solo i civici di area Gerosolimiana e il sindaco di Castel di Sangro Angelo Caruso), aveva bocciato  il  bilancio di previsione 2023, che tecnicamente dovrà essere ripresentato entro il prossimo 31 gennaio. E non si sa ancora se a ripresentarlo sarà lo stesso Cda o il nuovo commissario Gerardini.  “Il Cda non ha adottato i provvedimenti necessari al fine di prevenire l’aggravamento della crisi né ha comunicato il piano di risanamento. Ciò costituisce grave irregolarità”, ha detto il sindaco di Sulmona Gianfranco Di Piero al termine dell’assemblea. “Una situazione che compromette  il rapporto di fiducia tanto da configurare una giusta causa di revoca”.  Decisione contestata dal Cda soprattutto per quanto riguarda la motivazione e che, con molta probabilità, sarà impugnata davanti ai giudici amministrativi. Resta in sospeso la questione dei rifiuti aquilani con il contratto con Asm, la società che gestisce i rifiuti del capoluogo di regione, che scade domani. Dal 1 gennaio l’Aquila potrà conferire nella discarica di Sulmona in quanto socio, ma  con tariffe e contratto da definire nei prossimi giorni. 

2 pensieri su “COGESA: L’ASSEMBLEA DEI SINDACI MANDA VIA IL CDA PER GIUSTA CAUSA

  • 30 Dicembre 2022 in 21:10
    Permalink

    Come previsto non riusciranno a fare niente in quanto gli amministratori presenti non possono accettare lo scempio in cui ci fanno navigare con l’aiuto di sindaci venduti ed ex amministratori ancora in giro a combinare guai !!!!

I commenti sono chiusi