IL SINDACO CASINI: UN AFFRONTO ALLA CITTA’ LA PASSEGGIATA DI SGARBI SENZA MASCHERINA

“Ritengo un affronto per l’intera città di Sulmona l’ostentata passeggiata nel centro storico da parte dell’onorevole Sgarbi senza mascherina, peraltro sindaco di un Comune d’Italia, in un momento in cui si sta vivendo una grave picco di contagi e si sta realizzando in città con grande impegno uno screening di massa per contenere il propagarsi del virus da Covid19”. Senza mezzi termini il sindaco Annamaria Casini stigmatizza la passeggiata lungo corso Ovidio del parlamentare Sgarbi in compagnia dell’artista Silvio Formichetti senza indossare la mascherina di protezione dal covid. “Sgarbi dovrebbe promuovere il rispetto delle regole e sapere che le leggi non si commentano ma si rispettano e quando un uomo delle istituzioni, che è chiamato a dare l’esempio, ostenta trasgressione su questioni di salute pubblica, è davvero particolarmente grave” sottolinea Casini. “Qui a Sulmona le mascherine sono obbligatorie sin da questa estate ed è proprio grazie a questa misura restrittiva che la cittadinanza è riuscita a contenere il contagio” ricorda il sindaco. “Stigmatizzo il suo comportamento che trovo tutt’altro che “luminoso” e lo invito ad esercitare le sue opinioni a Sutri paese da lui amministrato, dove mi chiedo se vengano indossate le mascherine come e’ obbligatorio in tutto il territorio nazionale” conclude Casini.


4 thoughts on “IL SINDACO CASINI: UN AFFRONTO ALLA CITTA’ LA PASSEGGIATA DI SGARBI SENZA MASCHERINA

  • 2 Dicembre 2020 in 21:44
    Permalink

    Bisognava multarlo e con il massimo della sanzione poiché rappresenta lo stato essendo parlamentare e sindaco. Ma chissà se l’avrebbe capito visto la sua stupidaggine.

  • 2 Dicembre 2020 in 18:18
    Permalink

    ci sono le immagini…vanno sanzionati entrambi,lui e “l’artista”…..

  • 2 Dicembre 2020 in 18:07
    Permalink

    Sulmona è riuscita a contenere il contagio?????

  • 2 Dicembre 2020 in 17:43
    Permalink

    Non c’è da meravigliarsi: è evidente a tutti che si tratta di un
    soggetto mentalmente instabile. Però, caro sindaco, i vigili avrebbero dovuto multarlo.

I commenti sono chiusi