COGESA, NUOVO RINVIO SULLA STABILIZZAZIONE DEI PRECARI. MARIANI ACCUSA: TATTICA POLITICA SULLA PELLE DEI LAVORATORI

Un nuovo rinvio per la stabilizzazione dei lavoratori precari Cogesa. I sindaci di Pacentro, Pratola, Cansano, Raiano, Villalago, Pescocostanzo, Castelvecchio Subequo ed il vicesindaco di Campo di Giove, ieri hanno fatto mancare il numero legale, evitando la discussione del progetto di stabilizzazione annunciato la scorsa settimana dall’amministratore unico Vincenzo Margiotta. “Così facendo questi sindaci si sono assunti una grave responsabilità, perché volendo i numeri c’erano – accusa Stefano Mariani, assessore al Comune di Sulmona e delegato del sindaco – avremmo comunque potuto avviare una discussione di massima sul bilancio, già un mese fa consegnato agli amministratori dei Comuni soci”. Mariani ricorda che il Cogesa presenta utili per 900mila euro ed un bilancio previsionale di 460mila euro per il 2019 potendo dunque valutare con serenità un piano di assunzioni, come quello proposto da Margiotta e approvato con grande favore dai sindacati. “Non si fa tattica politica sulla pelle dei lavoratori – protesta Mariani – la responsabilità di noi amministratori pubblici ci chiama a decisioni condivise e anche urgenti su temi importanti come quelli che riguardano l’occupazione che può dare tranquillità a 42 famiglie”.