PD, IL SEGRETARIO DANTE NON SI DIMETTE MA CHIEDE UN CHIARIMENTO

L’accordo che ha favorito la nascita della nuova giunta manda in confusione il Pd. Dopo aver aderito ad un documento di cinque componenti del direttivo del circolo e rassegnato le dimissioni, il segretario Sergio Dante, nel giro di poche ore, è tornato sui suoi passi. “Smentisco le mie dimissioni ma capisco che c’è stato un cortocircuito all’interno del partito e mi faccio carico in maniera decisa di indire immediatamente un direttivo per arrivare ad un chiarimento tra le parti” ha annunciato auspicando che “si possa tornare ad una situazione di serenità politica per portare avanti gli interessi della città di Sulmona ,scongiurando un commissariamento lungo 15 mesi che porterebbe ad una scucitura con gli interessi cittadini”. Un passo indietro per evitare di portare il circolo Pd al commissariamento che rende chiaro il clima teso che ancora vive la politica sulmonese, in preda a nuovi scossoni.