OSPEDALE, TAC RIPRISTINATA E PARTONO I LAVORI PER LA NUOVA ALA

Dopo tre settimane di blocco, con gravi disagi sopportati dai pazienti, finalmente da ieri sera la Tac nell’ospedale SS.Annunziata di Sulmona è tornata in funzione. Proteste e appelli al direttore generale dell’Azienda sanitaria sono stati necessari per ripristinare il funzionamento della Tac, dopo un guasto occorso una ventina di giorni fa. Intanto è finita l’attesa anche per l’avvio dei lavori di consolidamento della nuova ala del SS. Annunziata e per la realizzazione di tre sale operatorie. Ma il cantiere che dovrebbe portare nel giro di due anni alla realizzazione del nuovo ospedale, resta ancora fermo. Dal giorno della posa della prima pietra, con cerimonia in pompa magna nel dicembre dello scorso anno, alla presenza del presidente della Regione Luciano D’Alfonso, dell’assessore regionale alla Sanità, Silvio Paolucci, ai vertici della Asl e ai responsabili della ditta appaltatrice dei lavori, tutto resta fermo. “Ma ancora per poco”, ha tenuto a precisare il responsabile del cantiere, quello da 52 milioni di euro già stanziati dallo Stato, per realizzare la nuovissima struttura sanitaria che dovrebbe mandare definitivamente in pensione il vecchio ospedale che solo pochi giorni fa i carabinieri del Nas, hanno dichiarato inagibile e pericoloso.“Mancavano alcune autorizzazioni, ora è tutto a posto e siamo pronti per aprire i cancelli a operai e macchinari”. I lavori dovrebbero partire con l’inizio
della prossima settimana e riguarderanno lo scavo principale dove sorgeranno i due fabbricati
destinati a a ospitare i reparti dell’ospedale. Poi verranno realizzate le fondazioni di
entrambi i fabbricati e la struttura in cemento armato del primo lotto che sarà collegato con l’ala
nuova per la quale sono già iniziati i lavori di consolidamento che la ditta appaltatrice,
la Dino Di Vincenzo e c S.p.A San Giovanni Teatino, ha promesso di ultimare in tempi tra i sei e gli otto mesi. L’importo dei lavori è di 2 milioni e 700 mila euro. Sono partiti anche i lavori per la realizzazione di tre sale operatorie. I lavori avviati sono a buon punto nonostante i ritardi dovuti a motivi tecnici relativi al consolidamento dell’ala nuova dell’ospedale e stanno andando avanti nonostante le difficoltà inerenti alle attività sanitarie che non possono essere sospese. Attualmente esistono però problemi di viabilità interna legati alla mancata apertura della bretella già realizzata, che collega l’ospedale con via Montesanto e la statale 17. Il blocco è stato provocato da un esposto dei residenti che protestano per l’eccesso di polvere provocata dalla circolazione dei mezzi pesanti sulla strada. Problema, che è già stato risolto con uno strato d’asfalto sulla bretella. Ma l’avvio della vicenda giudiziaria impedisce, al momento, la riapertura della strada che una volta in funzione, eliminerebbe i pericoli e gli ingorghi provocati dal doppio senso di circolazione attualmente vigente per entrare in ospedale. “Abbiamo lavorato duro per concedere tutte le autorizzazioni necessarie all’avvio del cantiere”, afferma il sindaco Giuseppe Ranalli, “ora non ci sono più impedimenti e non sono assolutamente giustificabili ulteriori ritardi per l’inizio dei lavori che, secondo l’ultimo cronoprogramma dovevano partire già dal 24 agosto”. “Ci sono tutte le concessioni per i lavori da fare – continua – è scontato che c’è qualche ritardo considerando che siamo ancora in periodo di ferie estive, comunque si procederà sia all’ampliamento della struttura che alla messa in sicurezza e in proposito sono disponibili anche fondi per 54 milioni di euro”. Il sindaco quindi precisa che “nel giro dei tempi previsti i lavori verranno realizzati”. Come pure resta in piedi il progetto di fare dell’ospedale SS.Annunziata un polo di eccellenza per l’ortopedia traumatologica insieme ai bacini di Castel di Sangro e Popoli, che raccolgono circa 80.000 abitanti. “In proposito c’è l’assenso sia dell’assessore alla sanità, Silvio Paolucci che dello stesso presidente della Regione, Luciano D’Alfonso” sottolinea il sindaco. 

FullSizeRender-18 copia 3

FullSizeRender-18 copia 4

IMG_1187

IMG_1196