LITIGA CON LA FIDANZATA E SI GETTA DAL BALCONE

Una lite con la ragazza e poi il volo da un balconcino di casa di amici che era andato a trovare per farsi consolare. Ci sarebbe una delusione d’amore dietro al tentativo di suicidio che si è verificato nella tarda serata di ieri in via Amato a Sulmona. Protagonista un giovane  rumeno di 24 anni, che ora si trova in gravi condizioni  nel reparto di rianimazione dell’ospedale di Sulmona con varie fratture al corpo e un poli trauma alla testa. Non rischia la vita, ma la paura che il suo gesto sconsiderato potesse farlo morire, è stata tanta.  Erano da poco passate le 22 quando i vicini di casa che abitano nell’angusto vicolo, uno traversa di via Manlio D’Eramo, hanno sentito delle urla e poi un tonfo secco sull’asfalto. “Mi sono affacciata alla finestra e ha visto quel ragazzo esanime in mezzo al vicolo e i suoi amici che urlavano dalla finestra”, racconta una ragazza che abita in una casa a pochi metri di distanza, “la prima preoccupazione è stata quella di avvisare il 118 e subito dopo la polizia”. Sulla vicenda sta indagando la squadra anticrimine diretta dall’ispettore Daniele L’Erario che, dopo aver acquisito le testimonianze dei due connazionali del ragazzo ferito, stanno valutando se, dietro al volo dal balcone, possa nascondersi qualche altra motivazione. L’unica cosa certa è che, al momento del fatto, i tre rumeni erano tutti ubriachi. Particolare che da’ una tinta di giallo alla vicenda e non la chiude. Definitivi chiarimenti potranno arrivare dalla testimonianza del ragazzo rimasto ferito che, alle domande degli investigatori, ha detto di non ricordare nulla di quanto accaduto.