AD ASSISI IL PREMIO AQUILA D’ORO NEL SEGNO DEI VALORI ITALICI DI PACE E SOLIDARIETA’

Condividi

Tredicesima edizione del Premio Aquila d’Oro International il prossimo 14 ottobre, alle 16, ad Assisi. Il premio quest’anno è dedicato al tema: “Pace e Solidarietà, fondamenta dei Diritti Umani”.  Il prestigioso riconoscimento sarà conferito al presidente della Camera dei Deputati Roberto Fico, a padre Giammaria Polidoro, fondatore di Assisi Pax International, ad Edoardo Leombruni, presidente dell’Associazione ALI, al 1° maresciallo della Guardia Costiera, Raffaele Perrotta. 
“Solo promuovendo la solidarietà e la pace, tra i popoli, potremo conferire il primato ai Diritti Umani. E’ prerogativa della Comunità internazionale avviare un concreto processo di pace tra le Comunità in guerra, è dovere dei capi di governo assecondare tale percorso ed è obbligo di ciascun cittadino pretendere la pace e il benessere per tutti i bambini, tutte le donne e tutti gli uomini, ovunque nel mondo”. Questo è il messaggio che sarà lanciato da Assisi in occasione della XIII edizione del Premio, patrocinata dal Consiglio regionale d’Abruzzo, dal Parco Nazionale della Majella, dal Comune di Assisi. L’evento è promosso dall’Associazione Corfinium Onlus, con la partnership dell’Associazione Italiana Dottori in Scienze Politiche e di Nobili Terre Italiane. Alla manifestazione, che si svolgerà nella sala convegni del Giotto Hotel & Spa, è stato conferito il Premio di Rappresentanza dal presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, una rilevante onorificenza che premia il lavoro svolto per l’affermazione dei valori e degli ideali italici, necessari per rinvigorire il senso di appartenenza ad una grande nazione, denominata “Italia” già nel 90 a.C.. Fabrizio Politi, presidente della Commissione Scientifica del Premio, ricorda che questa manifestazione di grande prestigio e meritata fama è nata nel cuore delle terre italiche, nella Conca Peligna, ed ha lo scopo primario di rivitalizzare i valori italici attraverso il riconoscimento di particolari meriti ai discendenti delle famiglie italiche e a persone che si sono particolarmente distinte in azioni promosse a favore del territorio e delle comunità italiche. “I premiati di quest’anno, così come nelle precedenti edizioni – conclude Politi – sono un grande esempio di valore, di eccellenza che l’Italia può vantare nel mondo.” Nel corso dell’evento saranno assegnate anche due ‘Menzioni Speciali’, all’Associazione ‘Amici della Monatgna’ di Assisi e in memoria di un valoroso ambientalista e cittadino peligno illustre, il compianto Antonio Ruffini, fondatore e presidente dell’associazione ‘Insieme per il Centro Abruzzo’ di Sulmona.

Condividi