METANODOTTO E CENTRALE SNAM A “PRESADIRETTA” SU RAI 3

Lunedì 8 aprile nella trasmissione Presadiretta di Rai 3, alle 21.20, andrà in onda un servizio sul metanodotto Linea Adriatica e sulla centrale Snam. Il servizio, a cura del giornalista Marcello Brecciaroli, è stato girato anche a Case Pente di Sulmona dove, secondo l’annuncio della Snam, entro maggio dovrebbero partire i lavori di costruzione della centrale. Nell’occasione sono stati intervistati i rappresentanti dei Comitati cittadini per l’ambiente che da oltre sedici anni si battono contro un’opera ritenuta inutile e in totale contrasto con la vocazione ambientale, storica, archeologica e turistica del territorio. Altre interviste sono state realizzate a Paganica dove il metanodotto attraverserà un’area boschiva gravata da uso civico e a poca distanza dal Santuario della Madonna d’Appari risalente al XIII secolo e luogo Fai. Nella trasmissione sarà affrontato anche il rapporto tra metanodotto e rischio sismico, fenomeno che interessa l’intero Appennino e in particolare il territorio aquilano, dove quindici anni fa avvenne il disastroso terremoto che causò 309 vittime. E proprio a Paganica, organizzata dalla Amministrazione separata beni di uso civico, si è svolta giovedì scorso un’affollata assemblea cittadina per ribadire la contrarietà al progetto della Snam. Sono intervenuti, tra gli altri, il presidente dell’Asbuc Paganica – San Gregorio Fernando Galletti, i consiglieri regionali Pierpaolo Pietrucci del Pd ed Erika Alessandrini del Movimento 5 Stelle, la senatrice pentastellata Gabriella di Girolamo, Mattia Lolli di Legambiente nazionale, Francesco Marrelli, segretario Cgil provinciale, la consigliera comunale Simona Giannangeli e Mario Pizzola dei Comitati cittadini per l’ambiente di Sulmona. Particolarmente contestato dai partecipanti all’assemblea è stato l’intervento dell’assessore all’ambiente del Comune dell’Aquila Fabrizio Taranta il quale, invece, ha confermato la non contrarietà dell’amministrazione comunale alla realizzazione dell’opera e ha detto che il Comune si impegnerà per chiedere non meglio precisati “ristori economici” a compensazione dei danni che provocherà il metanodotto.

One thought on “METANODOTTO E CENTRALE SNAM A “PRESADIRETTA” SU RAI 3

  • Nessuno tra chi governa e ha tra le mani un minimo potere sembra considerare i danni all’ambiente e all’ecosistema come le prime criticitá da considerare, prima di prendere decisioni tanto impattanti sulla natura. Cosí facendo andrá sempre peggio. Non permettere che l’Appenino venga distrutto come tante zone montuose del nord.

I commenti sono chiusi