RITO SERPARI COCULLO, IL SINDACO RINGRAZIA CHI HA LAVORATO PER LA BUONA RIUSCITA

Cocullo ha accolto ieri migliaia di visitatori in occasione della Festa di San Domenico Abate e del Rito dei Serpari. Questo evento, intriso di tradizione e devozione, è diventato un appuntamento imperdibile per molti, richiamando oltre 12mila persone quest’anno.

Il sindaco di Cocullo, Sandro Chiocchio, ha espresso la sua gratitudine in una nota, evidenziando l’impegno e la dedizione di coloro che hanno reso possibile questa straordinaria celebrazione. “Se potessimo fermare la pioggia con le mani lo faremmo”, ha dichiarato il sindaco, riflettendo sull’imprevedibile condizione climatica che ha caratterizzato l’evento. Tuttavia, nonostante le avversità meteorologiche, l’organizzazione ha fatto il possibile per garantire il comfort e la sicurezza di tutti i partecipanti.

La sinergia istituzionale e l’impegno dei volontari sono stati fondamentali per la riuscita della manifestazione. Più di cento unità di personale volontario si sono dedicate alle attività di stewarding, di primo soccorso e di gestione della viabilità, lavorando instancabilmente fin dalle prime ore del mattino. Il loro contributo è stato essenziale per assicurare che i visitatori potessero godere appieno dell’atmosfera unica della festa, in piena sicurezza.

Il sindaco ha espresso un sincero ringraziamento a tutti coloro che hanno partecipato con dedizione e passione, incarnando lo spirito e i valori positivi che caratterizzano la celebrazione di San Domenico Abate. La professionalità, la collaborazione e il cuore messi in campo dai volontari e dagli organizzatori riflettono l’essenza stessa di questa festa, che unisce tradizione, devozione e solidarietà.

La comunità di Cocullo si unisce al sindaco nell’esprimere gratitudine verso tutti coloro che hanno reso possibile questa meravigliosa celebrazione. È grazie al loro impegno che la Festa di San Domenico Abate e del Rito dei Serpari continua a essere un evento indimenticabile, capace di trasmettere emozioni e valori che vanno oltre il tempo e lo spazio. (d.v.)