CANTIERE INFINITO ALLA STAZIONE, CASCIANI TUONA CONTRO LA DITTA

Salva la cerimonia dell’ottantesimo anniversario del bombardamento della stazione ferroviaria di Sulmona, avvenuto il 27 agosto 1943, per onorare le 104 vittime, ma il programma è stato stravolto a causa dei lavori del primo lotto nel piazzale dello snodo ferroviario non ancora terminati, dopo ben tre anni. “La ditta aveva preso l’impegno che prima del 27 agosto avrebbe riconsegnato metà dell’opera, cioè tutta l’area parcheggio, ma questo non è avvenuto provocando inspiegabili ritardi”, afferma il vicesindaco Franco Casciani, “anche Rfi si è lamentata con i responsabili della ditta che, dopo non aver rispettato gli accordi, per riaprire al pubblico pretendevano il verbale di collaudo per giustificare un ritardo provocato da loro”, tuona Casciani. Non ci sarà, dunque, la classica cerimonia al monumento ai caduti che, nel frattempo, è stato rimosso per essere collocato in un’altra parte.

Il Comune ha posto rimedio, organizzando la cerimonia per la deposizione di una corona d’alloro alla lapide in ricordo dei ferrovieri morti in quella circostanza, nei pressi del primo binario della stazione, che avrà inizio alle 11. Non ci sarà nemmeno la santa messa alla chiesa della Madonna Pellegrina, oggetto di interventi di ristrutturazione. Ma per dare significato alla giornata il Comune inaugurerà alle 10 una mostra fotografica dedicata a quel doloroso avvenimento, nei locali dell’Archivio di Stato, in viale Sant’Antonio. “Un gesto di mero ricordo, un onore ai caduti”, conclude il vicesindaco.

3 commenti su “CANTIERE INFINITO ALLA STAZIONE, CASCIANI TUONA CONTRO LA DITTA

  • Ma casciani ancora vice sindaco ,assessore ..? Madonna che roba ..nn se ne esce più…

  • Scusate ma non esistononpenalita’ in caso di ritardi nei lavori?
    Cosa dice il contratto?

    1
    1
    • Nessuno ha responsabilità soprattutto i grandi amministratori e politici!!!!!
      l’Italia crollerebbe o si risolverebbero troppi problemi se ci fosse qualche responsabilità.
      Tutti bravi a parlare e decidere ma niente responsabilità.

I commenti sono chiusi.

Available for Amazon Prime