GIOSTRA, L’EX CAPITANO PAOLILLI: FINALMENTE SI TORNA ALLA DISCUSSIONE PER RILANCIARE L’EVENTO

“Grazie Maurizio! Voi direte: “Ma Nicola sta fuori di Testa?” No, e vi spiego questo Grazie Maurizio.
Maurizio con questa intervista, che ha suscitato tanto clamore, forse senza volerlo oppure volutamente, cosa è riuscito a fare? – Dopo tanti anni il Popolo della Giostra è tornato a parlare e discutere di questo evento con tanta passione e tanto amore”. A parlare è l’ex capitano del sestiere di Porta Manaresca, Nicola Paolilli, a proposito del progetto della Giostra del futuro che ha subito acceso discussioni, polemiche, critiche. Dunque non solo ostilità verso la proposta del reggente Maurizio Antonini ma anche impulso a fare meglio e a rilanciare l’evento Giostra. “Penso che ora sarebbe il caso che veramente ci mettessimo tutti insieme a ridiscutere e vedere di dare una svolta a questa nostra grande rievocazione – sostiene Paolilli – dopo venticinque anni non c’è più tempo di stare a giocare, bisogna assolutamente pensare tutti insieme cosa vogliamo da questa Giostra. Continuare così non ha senso andare avanti. Chi vuole bene alla Giostra deve dare il proprio apporto”.  Conclude Paolilli ritenendo che adesso “la priorità assoluta è quella di eleggere immediatamente un nuovo direttivo, il cui primo obiettivo è quello di trasformare l’Associazione in una forma giuridica diversa dall’attuale. Maurizio ha parlato di una delle ipotesi elaborate tra il 2011-2013. Quella della trasformazione in una Fondazione di Partecipazione, una tipologia di Fondazione completamente diversa dalle solite. Il dibattito è aperto, vediamo se questa scossa d’orgoglio permetta di arrivare alla meta”.