COGESA, IL VICE SINDACO DI SULMONA NON STIA LÌ A FARE IL PASSACARTE…

di Luigi Liberatore – Abbiamo saputo, nel senso che abbiamo letto, che il neo vice sindaco di Sulmona, Sergio Berardi, ha inoltrato ai carabinieri forestali di Sulmona l’ordine del giorno illustrato il 30 dicembre scorso, in sede assembleare, dal consigliere comunale, il dottor Maurizio Proietti, nel quale si adombra l’ipotesi del conferimento nella discarica di Noce Mattei di rifiuti pericolosi. Maurizio Proietti si era fatto carico di riferire le segnalazioni avute da alcuni cittadini residenti, i quali avevano notato nottetempo “traffico notturno di camion all’interno dell’impianto e l’accensione di fuochi al di fuori dell’orario lavorativo”. Sappiamo tutti cosa sia e cosa rappresentino, in senso negativo, le discariche dell’impianto di Noce Mattei, e quali siano le motivazioni, professionali e istituzionali che hanno spinto Maurizio Proietti a presentare quell’ordine del giorno. Escluso che i fuochi potessero trattarsi di un anticipo pirotecnico di fine anno, ci ha lasciato perplessi la facilità (o faciloneria) con la quale il vice sindaco ha girato la denuncia politica di Proietti ai Carabinieri” per lo svolgimento di quanto ritenuto più opportuno. Ditemi pure che sono uno scocciatore, secondo me, tuttavia, il neo vice sindaco di Sulmona, Sergio Berardi, avrebbe dovuto avvertire la necessità di verificare “ictu oculi” l’esistenza del fenomeno, magari avvicendandosi nei luoghi con la polizia municipale di cui ha la disponibilità e che mi sembra comandata adesso da un ufficiale esperto e soprattutto “aziendalista”. Mi è apparsa una leggerezza trasandata, da passacarte per dirla tutta, la levità con la quale il vice sindaco di Sulmona si sia limitato ad inoltrare la denuncia ai carabinieri, quasi che quella vicenda gli desse fastidio averla tra le mani e soprattutto prima del cenone di San Silvestro. Io personalmente non mi devo scusare con l’ex vice sindaco, Franco Casciani, verso il quale non mi sono mai dimostrato pregiudiziale nemico, semmai critico in molte circostanze, come pubblicamente l’ho apprezzato per la decisione dimostrata in altre vicende. Rispetto a questa pilatesca mossa di Sergio Berardi, mi verrebbe da dire: “Aridateci er puzzone”.    

5 commenti su “COGESA, IL VICE SINDACO DI SULMONA NON STIA LÌ A FARE IL PASSACARTE…

  • bene,non e’ difficile…si chiede alle Forze di controllare che ? I bilanci del cogesa sono sotto la luce del sole,gli allarmi da tempo sono stati lanciati,risaputo il disastro,la C.d.C. ha scritto, tutto nero su bianco,quindi da segnalare c’e’ poco,mancano le azioni,quelle vere,per esempio: per i soci/comuni che non pagano quanto dovuto ? Per i debiti in generale ? Per i sospesi/cancellati servizi ai Cittadini? Per le inefficienze, inadeguatezze,imperizie, incompetenze della pubblica amministrazione ? Che fare? Le segnalazioni non risolvono i problemi,quindi,fatti non chiacchiere,Legalita’ diffusa per uscire dalla palude, e basta o no?

  • Perchè non pubblicare integralmente la segnalazione fatta dal consigliere Proietti ? Forse è più estesa delle due righe riportate?

  • Solite poesie banali !!!!
    Non hai ancora neanche cominciato a fare il tuo lavoro
    e già vaneggi !!! Stanne fuori che è meglio prima che ti accorga
    di cosa sta’ succedendo e cosa è già successo.

  • Giusta e corretta la segnalazione ai Carabinieri Forestali.
    Il resto è solo il solito chiacchiericcio politico denigratorio.

    3
    1
  • Certo che sei uno scocciatore, lo sei e pure parziale perché ti guardi bene dal fare lo scocciatore per i tuoi amici non celati. Oltre a “scocciare” perché non motivi anche ciò che scrivi? Cosa avrebbe dovuto ti Sergio Berardi? Vestirsi di maglia nera e maschera e la notte andare a scovare i malfattori? Non ti nascondere dietro piccoli fraseggi e sterili citazioni ed esprimi chiaramente le tue idee e le tue preferenze, ne hai diritto, e cerca di trovare un po’ di coraggio.

I commenti sono chiusi.