PROFUGHI UCRAINI, PRIMA FAMIGLIA ACCOLTA A PESCOCOSTANZO E AZIENDA TELEFONICA AZZERA COSTO CHIAMATE PER UCRAINA

Mentre si attivano iniziative di solidarietà anche alcuni comuni del Centro Abruzzo sono pronti ad accogliere i profughi ucraini, in fuga dalla guerra. Il primo comune che dichiara la sua disponibilità è Pescocostanzo. In un’abitazione messa a disposizione dall’amministrazione comunale verrà ospitata una famiglia con quattro componenti. Il loro arrivo in paese è imminente. Un significativo gesto di solidarietà concreta che sarà sicuramente imitato da altri comuni del comprensorio, a cominciare da Sulmona. Altra iniziativa solidale è di Speednet Telecomunicazioni, che annuncia di azzerare il costo delle chiamate dirette in Ucraina.“Con apprensione stiamo seguendo l’evolversi della crisi ucraina, dal profondo del cuore siamo vicini al popolo ucraino ed in generale a tutti coloro che si trovano adesso sul teatro di guerra. La guerra non è giusta, non lo è e non potrà esserlo mai. Sperando in una risoluzione diplomatica che ponga fine a questo terribile momento, noi di Speednet vogliamo, anche se con un piccolo gesto, renderci utili in qualche modo. Per questo motivo abbiamo deciso di azzerare il costo delle chiamate dirette verso l’Ucraina sia mobile che fisso, cosi da permettere a chi dei nostri clienti ha necessità di effettuare chiamate, magari a parenti amici o semplici conoscenti che si trovano in Ucraina, di farlo senza preoccuparsi di spendere ed evitare di comprare schede ricaricabili” comunica l’azienda.

Un pensiero su “PROFUGHI UCRAINI, PRIMA FAMIGLIA ACCOLTA A PESCOCOSTANZO E AZIENDA TELEFONICA AZZERA COSTO CHIAMATE PER UCRAINA

  • 2 Marzo 2022 in 06:33
    Permalink

    Spero che queste iniziative nn siano fatte a mero scopo pubblicitario. E spero che le abitazioni comunali e tutti gli immobili vengano date a chi ne ha bisogno. Un maggiore controllo sugli immobili

I commenti sono chiusi