BUFALE E FATTI SUL VACCINO ANTI-COVID

di Gianvincenzo D’Andrea Nonostante la conclamata evidenza dell’efficacia della vaccinazione anti -COVID per la protezione dalla malattia grave e dalla morte ci sono ancora diversi milioni di italiani che si sono sottratti alla vaccinazione e che si rifiutano di accettare le limitazioni previste dal GREN PASS.
Le motivazioni per quali questi soggetti si sono rifiutati di vaccinarsi sono assai diverse e vanno dalla paura della vaccinazione in se’  alla preoccupazione che il vaccino possa scatenare a distanza di anni malattie gravissime e sconosciute oppure che con il vaccino venga introdotto un microchip per il controllo a distanza del vaccinato.
Tralasciando,ora,l’ultima affermazione per la sua evidente abnormita’ c’è  da dire che tutti i vaccini possono dare effetti collaterali solo a breve termine e mai a distanza di anni.
Nel caso specifico dei vaccini anti-COVID  poi il livello di sicurezza,come è  stato rilevato a seguito dell’altissimo numero di somministrazioni nel mondo ( oltre 1 miliardo di dosi) è assai elevato.
Dunque vaccinarsi contro il virus Sars CoV2 è non soltanto sicuro ma molto conveniente e ora vediamo perché. Per farlo prendiamo in esame i dati forniti dall’Istituto Superiore di Sanità ( ai primi di Ottobre) sull’incidenza e sulla gravità dell’infezione COVID registrata fra i non vaccinati ed i vaccinati durante lo scorso mese di Settembre.
Ebbene nella fascia over 80 su 100 mila non vaccinati si sono contagiati in 602 , sono stati ricoverati in ospedale in 245 ed in Rianimazione in 13.
Invece su 100 mila vaccinati ( over 80 ) si sono contagiati in 116, sono stati ricoverati in ospedale 28 e soltanto 1 in Rianimazione.
Nella fascia 12-39 anni non vaccinati sono stati contagiati 692,ricoverati in ospedale 25, in Rianimazione 1.
Fra i vaccinati (della stessa fascia di età)si sono avuti 110 contagiati, 1 ricovero in ospedale e 0 in Rianimazione.
Tra i 40-59 anni ci sono stati 540 contagiati fra i non vaccinati contro 113 fra i vaccinati,54 ricoveri in ospedale contro 2, in Rianimazione 6 contro 0.
Nella fascia 60-79 anni si sono avuti 449 contagiati contro 94 fra i vaccinati ,107 ricoveri ospedalieri contro 7, 29 ricoveri in Rianimazione contro 1.
Come si può  vedere si tratta di dati che soltanto coloro che non vogliono capire l’importanza della vaccinazione antiCOVID continuano ad ignorare.B