GIOVANE SULMONESE POSITIVO AL COVID, SALE LA PREOCCUPAZIONE IN CITTA’

Sale la preoccupazione tra gli operatori sanitari dell’ospedale di Sulmona. Un giovane di ventisei anni è risultato positivo al covid 19 aprendo un quinto fronte in città. Il giovane si è presentato al Pronto soccorso lamentando un’orticaria e nel frattempo avrebbe avvertito qualche linea di febbre confermata dagli operatori sanitari. Subito è stato accompagnato nella zona pretriage dove è stato sottoposto a tampone e nella notte è arrivato l’esito positivo del test confermando che il giovane era stato contagiato dal virus. Attualmente si trova in isolamento domiciliare vigilato e l’Asl sta procedendo a ricostruire tutti i contatti del giovane nelle ultime 48 ore: familiari e amici e altri. Questo nuovo fronte che interessa un giovane di soli 26 anni preoccupa non poco gli operatori sanitari che stanno rivolgendo appelli continui soprattutto ai giovani affinché rispettino tutte le precauzioni per evitare il contagio. Nelle ultime ore sono state tante le telefonate arrivate da persone di ritorno dalle ferie che lamentavano attacchi febbrili. La situazione si sta facendo davvero molto seria e tutti sono chiamati a dare il buon esempio per evitare che tutto si trasformi in un’emergenza vera e propria.



2 thoughts on “GIOVANE SULMONESE POSITIVO AL COVID, SALE LA PREOCCUPAZIONE IN CITTA’

  • 21 Agosto 2020 in 15:54
    Permalink

    Bon giorno purtroppo l ho avevo detto 3 settimane fa che coin gli émigranti tunisini stati messi à pettorano erano risultati positif àl virus e avec detto che il contaggio sarebbe stato dopo un incubazione entro 2 o 3 settimane ecco il risultato e non e acora finito senza allarmarvi prevedete alarme Rosso dopo sara troppo tardi io non sono ritarnata à pettorano per le mie vacanze che per me erano molto importante e ho deciso di non venire per evitare il contaggio questo nemico invisible che ci fa mâle non cedete fatevi faire i tampon con affetto damico anna

  • 21 Agosto 2020 in 11:06
    Permalink

    Le raccomandazioni non servono molto. Bisogna prendere subito dei provvedimenti. Il sindaco, la massima autorità in città deve agire. Giuro che stavolta la denuncio se mette a rischio la vita dei suoi concittadini!

I commenti sono chiusi