SULMONA ANNULLA IL CONCERTO A POVIA E L’ARTISTA SI SFOGA: “CHE VERGOGNA”

“Un concerto confermato ieri, patrocinato e riportato dai giornali, annullato oggi per motivi inesistenti e ideologici. Al di delle idee, la democrazia ha perso. Quando l’istituzione è debole, ognuno si fa le sue regole e vince l’ingiustizia”. E’ quanto scrive il cantautore Povia sul suo profilo Facebook che si sarebbe dovuto esibire il 6 luglio a Sulmona nell’ambito dell’evento “Saldi in Corso” promosso dai commercianti. A prevalere sono state le polemiche e le indignazioni sui social contro il cantautore che hanno indotto ad annullare il concerto. Sempre sui social, Povia ha pubblicato un video rivolto ai cittadini di Sulmona per spiegare quanto accaduto, mostrando tutto il suo disappunto per un “sistema ideologico imposto” che ha portato all’annullamento di un concerto annunciato in conferenza stampa il giorno prima.

Ecco il videomessaggio di Povia 

 

 

 

5 commenti su “SULMONA ANNULLA IL CONCERTO A POVIA E L’ARTISTA SI SFOGA: “CHE VERGOGNA”

  • Ecco ancora Dittatura
    ammantata d’ideali:
    par non sia ‘na cosa dura,
    pare dolce, senza strali.

    Ma se guardi da vicino,
    voglio dir con la tua testa,
    capirai ch’è birichino
    chi vuol farti solo festa.

    La manovra è sempre quella,
    l’hanno scritta nell’istinto:
    inventar ‘na cosa bella
    con impegno solo finto.

    Cose serie stanno a zero,
    questo rigorosamente,
    ché l’impegno, quello vero,
    è di tutta l’altra gente.

    Non capisci ? Ora ti dico,
    il disegno è sempre quello:
    quando vuoi parer un fico,
    dai addosso a un tuo fratello.

    In sostanza vai a creare,
    con la sola tua parola,
    il nemico che ti pare,
    come quando stavi a scuola.

    Mai che strade, casa o soldi
    sian nel loro putiferio:
    e che mica sono tordi,
    a cercar l’impegno serio ?

    Ché per far cose importanti,
    che non siano mere balle,
    si dev’esser lavoranti,
    e ci vogliono le palle !!!

    Fanno prima, te l’ho detto,
    a sembrar dei perbenisti,
    ed il gioco è più perfetto
    se riesumano i fascisti.

    Quelli non ci sono più,
    ma li vedono dovunque,
    forse lo sei anche tu,
    può davvero esser chiunque.

    Tutto per la cantilena,
    per la solita ambizione:
    tutti attenti a far problema,
    per offrire soluzione.

    Se davver or hai capito,
    dì ad altri la scoperta:
    risultato garantito,
    resteranno a bocca aperta.

    Se però non sei daccordo,
    chiedi allora a uno di loro:
    perché, prima che lo scordo,
    non mi dai casa o lavoro ?

    5
    0
  • La dittatura di stato con un popolo di sudditi ha sempre la meglio. Però se un albitro sbaglia si scatena l’inferno.
    Senza parole

  • Può piacere o non piacere, la sua replica la trovo dignitosa.

    9
    2
    • Politici Sulmonesi vergogna…

I commenti sono chiusi.

Available for Amazon Prime