BUSSI, DA CONSIGLIO DI STATO NO ALLA SOSPENSIVA CHIESTA DAL MINISTERO

l Consiglio di Stato si è pronunciato contro la sospensiva della sentenza del Tar Abruzzo chiesta dal Ministero dell’Ambiente sul bando per la bonifica delle mega discariche di Bussi sul Tirino (Pescara). Il collegio presieduto da Giuseppe Severini non ha così ritenuto di dover “sospendere l’esecutività della sentenza, tenuto conto che l’ulteriore sviluppo della progettazione da parte del concorrente aggiudicatario della gara non appare interferire con le attività in corso di messa in sicurezza della responsabile dell’inquinamento, richiamate a fondamento dell’istanza cautelare”. Il Consiglio di Stato quindi ritiene che l’opera di semplice capping che sta realizzando nella fase iniziale la Edison per le discariche 2A e 2B non può ostacolare in alcun modo il progetto della Dec Deme, la società che tre anni fa si è aggiudicata il bando da 50 milioni dello stesso ministero per la bonifica del mega sito dei veleni. A seguito della disposizione del Consiglio di Stato la sentenza del Tar Abruzzo resta in vigore. Il Tar infatti aveva condannato il Ministero che aveva annullato il bando in autotutela. Il Consiglio di Stato quindi entrerà nel merito della vicenda con udienza il 13 maggio prossimo.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *