UN POSITIVO ANCHE NELL’UFFICIO POSTALE DI SULMONA, E I CASI IN CITTÀ ARRIVANO A 80

Non si fermano i contagi che fanno registrare il picco nel fine settimana con 21 casi accertati, 13 riferiti alla giornata di sabato, tutti a Sulmona e altri otto nel pomeriggio di ieri di cui quasi tre (uno è incerto), tra i carabinieri della caserma di via Sallustio, con Sulmona che arriva alla considerevole cifra di 80 contagi. Oltre che il capoluogo Peligno ad essere più colpiti sono Bugnara e la frazione di Torre de’ Nolfi che registrano altri sette casi di Covid-19 dopo i tamponi a tappeto svolti sui residenti che aveva preso parte ai festeggiamenti in onore di San Rocco. Alcuni positivi sono collegati con i rispettivi luoghi di lavoro, tra essi c’è anche uno che lavora nell’ufficio postale di Sulmona, nel quale scatteranno tutte le misure per il contenimento del contagio. “Si tratta di pazienti che si trovano a casa e in buone condizioni”- sottolinea il sindaco, Giuseppe Lo Stracco. Un altro caso è stato accertato a Sulmona, legato a un ristorante della zona, sospeso nell’attesa della stabilizzazione del quadro epidemiologico, dopo che un’addetta alla cucina aveva segnalato sintomi sospetti. Salgono quindi a 157 i casi di Coronavirus registrati in Centro Abruzzo in questa terza fase dell’emergenza pandemica, quattro dei quali riferiti all’area sangrina e gli altri 153 a quella peligna. La buona notizia è arrivata per la comunità di Cansano con i tamponi negativi che fanno riferimento alla “Locanda”, autosospesa dai proprietari a titolo precauzionale dopo che un giovane di Pettorano sul Gizio risultato  positivo aveva avuto alcuni contatti in paese dove c’è anche la fidanzata. Le persone poste sotto sorveglianza dovranno ripetere il tampone ma per il momento Cansano resta un centro senza contagi. E’ iniziata intanto nel pomeriggio la tamponatura del personale sanitario del pronto soccorso dell’ospedale di Sulmona dopo il caso di positività riscontrato l’altro giorno su una operatrice socio sanitaria mentre dovrà ripetere il tampone il terzo Carabiniere in servizio nella caserma di via Sallustio, entrato in contatto con i due colleghi positivi, dopo l’esito incerto. Ed è proprio l’emergenza tamponi a preoccupare addetti ai lavori e non solo. Da domani si dovranno sottoporre a tampone  i Carabinieri del Nucleo Radiomobile, testare i pazienti Covid in attesa dell’ultimo tampone negativo per uscire dalla sorveglianza, svolgere nuovi test sugli “ultimi arrivati” entrati in contatto con i nuovi positivi. Troppo lavoro che rischia di mandare in tilt l’intero sistema. E questo mentre si attendono i rinforzi promessi dall’assessore alla sanità Nicoletta Verì, che nella sua visita a Sulmona aveva annunciato nuovi infermieri e medici per il pre triage, il pronto soccorso e ufficio prevenzione.

MAPPA DEL CONTAGIO: Sulmona 80, Bugnara 32, Pettorano sul Gizio 24, Pratola Peligna 9, Introdacqua 5, Pacentro 1, Scanno 1, Corfinio 1 Totale 153 casi area peligna  

Pescasseroli 3, Scontrone 1 Totale 4 casi area sangrina. Totale  157 casi   
12 pazienti Covid ricoverati in ospedale non in terapia intensiva, 3 guariti, 142 in isolamento domiciliare, 450 in sorveglianza attiva

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *