UN OMAGGIO A MARIO GIUSTI DALLA CAMERATA MUSICALE SULMONESE

Per il secondo appuntamento della stagione la Camerata Musicale Sulmonese propone un Omaggio a Mario Giusti, musicista e compositore abruzzese, a 30 anni dalla scomparsa. Sul palco del Teatro Caniglia, domenica 22 ottobre alle ore 17.30, l’Ensemble a Plettro M.Giusti in formazione di cinque mandolini ( Fabio Giudice, Paola Ruffini, Francesco Mammola, Lino Giusti e Domenico Di Luzio), due mandole (Fabio Menditto, Antonio Arpino), chitarra (Vincenzo Guglielmi) e contrabbasso (Valter Matticoli), con la partecipazione speciale del M° Carlo Aonzo, una delle eccellenze mandolinistiche in Italia.

M° Carlo Aonzo

Verranno eseguite per l’occasione  le composizioni più conosciute dell’autore e musicista abruzzese come: “Un mandolino fra le stelle” o “Strimpellata”, “Incanto”, “Polca del fuoco”e “Valzer serenata”. 12 brani in tutto, composti tra gli anni ‘50 e ’70. Nativo  dell’ Aquila e sulmonese di adozione, Mario Giusti, musicista autodidatta, è considerato il più noto mandolinista abruzzese già alla fine degli anni ‘30 e, successivamente, uno dei migliori in ambito nazionale. Come compositore firma 119 brani per chitarra, mandolino e per cori folcloristici. Ha dedicato a Sulmona molti brani del suo vasto repertorio, alcuni legati ad eventi importanti della città come l’inaugurazione del Ponte Capograssi o il nuovo campanile della Parrocchia di S.Giovanni Evangelista. Con passione si è anche dedicato alla formazione di giovani allievi in mandolino e soprattutto chitarra. Per questo, in occasione del concerto-anniversario, venerdì e sabato nel foyer del Teatro Caniglia si svolgerà anche una masterclass tenuta dal M° Carlo Aonzo, a cui partecipano 10 studenti provenienti da Napoli, Bari, Bologna, Ferrara, Siena Roma, ma anche dalla Puglia e dal Molise. La masterclass si conclude con un saggio Sabato 21 alle ore 18.30.

Mario Giusti

Carlo Aonzo, nato a Savona, è senza dubbio una delle eccellenze mandolinistiche del territorio nazionale. Figlio d’arte, concertista e ricercatore di fama internazionale è fondatore dell’Accademia Internazionale Italiana di Mandolino. Musicista estremamente versatile,  può passare dalla musica barocca allo swing fino a uno stile ancora più moderno.  Ampia è la sua discografia e numerosi i concerti da solista, con il suo trio e con orchestre italiane e straniere. È autore de  “L’Italia dei 1000 Mandolini”, una serie di documentari che raccontano le storie del mandolino in tutte le regioni.  Docente presso i Conservatori di Ferrara e Bari,  tiene seminari e masterclass itineranti per l’Italia e nel mondo. L’”Ensemble Mario Giusti” si avvale della collaborazione dei Maestri dei Conservatori di L’Aquila e Napoli, Fabio Giudice,  Fabio Menditto e Francesco Mammola.  Partecipa al programma “L’Aquila Mandolin Festival” (2015) presso il Conservatorio de L’Aquila (per uno studio di tre autori abruzzesi, fra  cui Mario Giusti). Nel 2017 si esibisce con la Mozart Mandolin Orchestra di Osaka al Conservatorio di Santa Cecilia di Roma. Nel 2018 e 2019 è ospite di “Notte Romantica” a Pescocostanzo per i Borghi più belli d’Italia. Nell’ambito della collaborazione tra Conservatorio A.Casella di L’Aquila e la Camerata Musicale Sulmonese, tiene lezioni-concerto nelle scuole del territorio della provincia.

 

Available for Amazon Prime