TRUFFA DEL PACCO, 21ENNE PATTEGGIA 8 MESI DI RECLUSIONE

Aveva tentato di raggirare un anziano di Ateleta con la solita tecnica della truffa del pacco. Stessa cosa aveva cercato di fare con un’anziana dello stesso paese. Ieri, un giovane di origini campane, L.C. di 21 anni, si è presentato davanti al giudice del Tribunale di Sulmona, patteggiando la pena di otto mesi di reclusione. L’imputato era stato bloccato da una pattuglia di carabinieri che lo avevano accerchiato dopo aver commesso una truffa nei confronti di un 83enne di Ateleta. La tecnica di persuasione utilizzata per indurre l’anziano in errore è stata quella del “recapito di un pacco che era destinato al nipote, dietro corrispettivo in danaro”. A nulla è valso il tentativo di fuga del giovane. Inseguito per qualche chilometro è stato bloccato anche grazie ad altre pattuglie che nel frattempo erano intervenuta a supporto dei colleghi. Sottoposto a  perquisizione i carabinieri hanno trovato la somma di denaro che era stata sottratta con l’inganno. Da qui l’arresto e la conseguente pena patteggiata davanti al giudice Alessandra De Marco. Il 21 enne è stato difeso dall’avvocato, Francesco Cantelmi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.