IMPRENDITORE SULMONESE REALIZZA SCUOLA PER RAGAZZI DEL BURUNDI

Una scuola per i ragazzi africani del Burundi che non sono in condizioni di proseguire gli studi potranno apprendere il mestiere con cui realizzarsi nella loro vita. Il progetto è dell’imprenditore sulmonese Nicola Di Simone e sarà realtà la prossima settimana con il taglio del nastro che avverrà a Giteca, seconda città del Burundi alla presenza dello stesso imprenditore e del sindaco Valentin Nainama, ospite nel luglio scorso della Giostra cavalleresca di Sulmona. Dall’amicizia nata in occasione del palio sulmonese il presidente onorario della Giostra cavalleresca di Sulmona, Domenico Taglioeri ha preso l’iniziativa per un ulteriore progetto di beneficenza, finalizzato alla costruzione di cinque case in Burundi da completare entro il 2020. Le abitazioni che avranno il nome di altrettante associazioni sulmonesi che fanno parte della Casa delle culture, tra cui “Fondazioni Silone”, “Voci di donne”, “Fedircit” e la Giostra cavalleresca, saranno consegnate ai burundesi pigmei considerati gli “ultimi”, nella società burundese, cosicché possano ottenere carte di identità con le quali accedere ai servizi di istruzione e sanità. “La solidarietà resta tra gli obiettivi principali delle nostre associazioni –  afferma Domenico Taglieri – In questa occasione abbiamo voluto creare un ponte di solidarietà con l’Africa per alleviare il grave disagio dei bambini burundesi che sono tra i più poveri del mondo”.