IL SUPERBONUS 110, UNO DEGLI INTERVENTI PIÙ EFFICACI DELLO STATO DEGLI ULTIMI 30 ANNI

di Alfonso Fabrizi –  Il SUPERBONUS è l’agevolazione fiscale disciplinata dall’articolo 119 del decreto legge n. 34/2020 (Decreto Rilancio), che consiste in una detrazione del 110% per la realizzazione di interventi finalizzati all’efficienza energetica e alla riduzione del rischio sismico degli edifici. Il SUPERBONUS e le COMUNITA’ ENERGETICHE sono due pilastri di un unico obiettivo: l’indipendenza energetica.

Le Comunità energetiche, che nel Nord Europa sono delle realtà ormai consolidate, daranno una forte e determinante contributo verso la transizione energetica e ecologica anche nel nostro paese. Cresce la consapevolezza della necessità, anche di fronte all’aumento della “Bolletta energeticadelle nostre famiglie, di intraprendere un percorso che ha risvolti positivi anche sul piano economico. Due anni di utilizzo degli incentivi fiscali del 110% hanno dato un forte contributo al risparmio energeticonell’edilizia abitativa e all’economia italiana ma hanno evidenziate anche criticità e abusi.    

Un recente studio del CENSIS (Centro Studi Investimenti Sociali) ha analizzato gli effetti del Superbonus 110 sull’economia italiana. E’ stato riscontrato che i 55 miliardi di investimenti spesi per il periodo compreso tra Agosto 2020 e Ottobre 2022 hanno attivato un valore della produzione nel settore delle costruzioni e dei servizi tecnici connessi, pari 115,7 miliardi di euro.

Gli effetti fiscali del Superbonus. Il maggior gettito fiscale dello stato dell’11% di un anno ripaga il 70% della spesa a carico dello Stato. Quindi la spesa effettiva a carico dello Stato risulta essere del 30% Gli effetti occupazionali del Superbonus. Lo studio “Ecobonus e Superbonus” per la transizione energetica del Paese” ha evidenziato la crescita del settore delle costruzioni nel 2021 del 21,3% rispetto all’anno precedente. Nel mezzogiorno la crescita è stata del 25,9%. Non sono disponibili statistiche per l’Abruzzo, ma vivendo la realtà di Pratola mi sento di affermare che i pratolani lo abbiano utilizzato abbondantemente.  

La crescita dell’occupazione tra Agosto 2020 e Ottobre 2022 è stimata in 900 mila unità lavorative. Gli effetti in termini di efficienza energetica e sostenibilità ambientale. Il Censis, a fronte di una spesa di 55 miliardi di euro, stima un risparmio energetico di 11.700 GWh all’anno che corrispondono a 1,1 miliardi di metri cubi di gas. Questo valore rappresenta il 40% del risparmio energetico che il Piano di Emergenzache il precedente Governo ha predisposto per il settore domestico per l’autunno-inverno 2022-2023.

Sempre in tema di costi benefici, lo studio ha stimato che tutti gli interventi agevolati per l’efficientamento energetico fino al 2020 hanno portato ad un risparmio di 2 miliardi di metri cubi di gas, il 66% di quello previsto. In termini di riduzione di CO2 gli interventi realizzati con il Superbonus hanno fatto stimare una la riduzione di 1,4 milioni di tonnellate di mancate emissioni.

Gli effetti sulla riduzione del rischio sismico. Gli incentivi del Superbonus hanno, tra l’altro, l’obiettivo di mettere in sicurezza un patrimonio edilizio, che sarebbe un eufemismo classificare come “non in buone condizioni”. In Italia, notoriamente, non siamo abituati a fare prevenzione, “Ischia docet. Sono certo che gli interventi di miglioramento del rischio sismico realizzati con il Superbonus l’abbiano fatto.  

E le truffe di cui parlano i detrattori? Certo che ci sono state. l’Agenzia delle Entrate l’ha stimate in 4 miliardi di euro. Sono tanti e suscitano irritazione come è giusto che sia, ma questo è, insieme all’evasione fiscale, uno dei mali storici della nostra Italia. Prendersela quindi su un intervento dello Stato tra i più utili ed efficaci degli ultimi 20/30 anni è molto strumentale.

Se si ha la volontà politica e la capacità di farlo si perseguitino i truffatori, si correggano i meccanismi di legge sbagliati ma si rispettino i patti con i cittadini, le imprese e gli obiettivi. Non si cambiano le regole in corso d’opera ignorando gli effetti disastrosi sull’economia, sui cittadini e sulla credibilità delle istituzioni. Il Superbonus non va abolito, va esteso e strutturato nel tempo. Con gli incentivi alla costituzione delle Comunità Energetiche costruiremo il futuro per le nuove generazioni.

3 thoughts on “IL SUPERBONUS 110, UNO DEGLI INTERVENTI PIÙ EFFICACI DELLO STATO DEGLI ULTIMI 30 ANNI

  • 6 Dicembre 2022 in 08:02
    Permalink

    Peccato che adesso autorizzino la centrale SNAM a Sulmona, inutile, costosa, impattante ambientalmente, inquinante è pronta fra almeno quattro anni se tutto va bene quando non servirà più ormai.
    È chiaro a tutti i cittadini che l’amministrazione della regione ed il ministero della transizione ecologica non abbiano alcuna responsabilità poiché al di fuori di questa grande truffa !!! Siamo alle solite il futuro è già qui e gli amministratori si arrangiamo malamente per poi lamentarsi e incolpare i cittadini.

    • 7 Dicembre 2022 in 18:31
      Permalink

      Buonasera,
      tutto il settore paga il peccato originale del Superbonus……
      Il Movimento 5 Stelle….semplice, fanno lotta politica sulla pelle degli imprenditori , dei professionisti e infine dei cittadini….

      • 8 Dicembre 2022 in 13:01
        Permalink

        Una buona idea trasformata in una pessima legge che ha dato il La a truffe di ogni genere ed entità…..il web è ricolmo di segnalazioni della guardia di finanza e non solo. Al momento si stima che almeno un 40% sia servito per realizzare lavori scadenti e truffe miliardarie.
        Insomma una legge scritta male al pari della cugina del RdC anch’essa foriera di truffe senza limiti.
        Insomma idee buone che, tradotte malissimo in leggi, hanno dato il La alla peggiore specialità italiana.

I commenti sono chiusi