MULTE A RAFFICA NELLA ZTL, TANTI I RICORSI AL GIUDICE DI PACE

Duro scontro tra residenti e polizia locale sulle multe elevate per la violazione della zona a traffico limitato nel centro storico. Decine infatti sono i ricorsi da parte dei residenti finiti sul tavolo del giudice, che contestano le multe seriali ricevute dal Comune per aver attraversato il cuore della città senza poterlo fare. O meglio essendo in possesso dell’autorizzazione per attraversarne solo una parte della Ztl. Sul tavolo del giudice di pace sono arrivate almeno quaranta contestazioni. Con le vecchie telecamere non era possibile registrare queste violazioni perché registravano solo le auto in entrate e non quelle in uscita e i soliti furbetti riuscivano a eludere i controlli entrando in centro storico prima che scattasse la zona a traffico limitato per poi girare anche quando il transito era vietato e uscire liberamente da qualsiasi altro varco. Ora non più. L’occhio della telecamera, grazie a un nuovo investimento tecnologico, si estende su più aree del cuore cittadini, immortalando anche le targhe delle auto in uscita. Con il risultato che alcune persone hanno ricevuto anche una decina di multe tutte per lo stesso motivo. Una situazione anomala che il giudice sta valutando attentamente. Anche perché il fenomeno non sarebbe circoscritto solo a Sulmona ma a nuche in altre città che hanno adottato lo stesso software, L’indirizzo giurisprudenziale sarebbe quello di far pagare una sola multa più una maggiorazione per tutte le altre visto che si tratta di una violazione dello stesso tipo ripetuta in un arco circoscritto del tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *