PICCOLO RAPACE TROVA IL LIETO FINE GRAZIE ALLA PRONTEZZA DELLA POLIZIA STRADALE

Una brutta avventura, fortunatamente con un lieto fine, quella capitata nella tarda serata del 2 luglio ad un gheppio, volatile appartenente alla famiglia del falco e specie protetta. La pattuglia della sottosezione autostradale di Pratola Peligna, in transito sulla A25, nei pressi dell’uscita autostradale di Pratola Peligna, ha notato la presenza di un volatile selvatico sulla corsia di emergenza.

Il piccolo rapace, al passaggio dei veicoli e all’arrivo degli operatori della polizia stradale, ha provato più volte a riprendere il volo senza però riuscirci. Pertanto, i due operatori della polizia stradale, per evitare che potesse finire in mezzo alla carreggiata e creare pericolo per se stesso e per le autovetture in transito, lo hanno afferrato e notato che era ferito ad un’ala. Il gheppio è stato quindi messo in sicurezza nell’autovettura di servizio e affidato subito dopo al personale dei Carabinieri Forestali, che a loro volta lo hanno trasferito presso il Centro Veterinario Parco della Maiella per le necessarie cure.

Grazie all’intervento tempestivo e alla sensibilità degli operatori della polizia stradale, il gheppio potrà tornare a volare con le sue eleganti ali nei cieli del Parco Nazionale della Maiella, dimostrando ancora una volta quanto sia fondamentale la collaborazione tra le forze dell’ordine e le istituzioni veterinarie per la salvaguardia della fauna selvatica.

L’episodio ha messo in luce l’importanza del monitoraggio costante e della prontezza di intervento delle pattuglie autostradali, che non solo garantiscono la sicurezza degli automobilisti, ma si dimostrano anche custodi attenti dell’ambiente e delle creature che lo popolano. Un ringraziamento speciale va anche al Centro Veterinario Parco della Maiella, che si prenderà cura del gheppio, permettendogli di tornare presto al suo habitat naturale.

In un mondo sempre più frenetico e spesso indifferente ai bisogni degli animali selvatici, storie come questa offrono un raggio di speranza e ricordano l’importanza di ogni singolo gesto di protezione e attenzione verso le creature che condividono con noi il pianeta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *