AVEZZANO CALCIO, PARLA IL VICEPRESIDENTE: “C’È LA VOLONTÀ DI ISCRIVERE LA SQUADRA”

L’Avezzano calcio si trova in un momento di incertezza e tensione dopo l’arresto del presidente Andrea Pecorelli. Nonostante la situazione critica, il vicepresidente Luca Marco Aurelio ha voluto rassicurare i tifosi con un messaggio chiaro e determinato: “Innanzitutto bisogna capire come si sta muovendo la Procura perché al momento non possiamo parlare con il presidente. Abbiamo tutti la massima volontà, presidente compreso, di iscrivere la squadra per poi programmare la stagione. Ovviamente, quello che è successo non ci sta aiutando, ma cercheremo di iscrivere la squadra. Ci risentiremo per programmare domani quando ci sarà l’interrogatorio di garanzia del nostro presidente, e lì sapremo come dobbiamo muoverci”.

Le parole di Marco Aurelio, riportate dal quotidiano Il Centro, esprimono una volontà ferma di procedere nonostante le difficoltà. Il vicepresidente ha sottolineato l’importanza della coesione all’interno del club: “In questo momento le parole vuote servono a poco. Adesso bisogna capire chi sta con l’Avezzano e chi no. Il presidente potrebbe uscirne tranquillamente pulito, come più volte è successo in Italia in situazioni simili”.

Anche la squadra si mostra solidale e unita attorno al presidente Pecorelli. L’allenatore Mirko Pagliarini ha manifestato la sua fiducia nell’integrità del presidente e nella solidità del progetto sportivo: “Il presidente fino adesso ha pagato tutti quindi abbiamo fiducia in lui. Ci ha sempre detto di stare tranquilli perché il progetto va avanti. Ci fidiamo di lui, quest’anno è stato impeccabile. Ha mantenuto tutte le promesse. Dobbiamo solo attendere gli esiti di questa vicenda. Aspettiamo che lui risolva i suoi problemi personali. Sia io, lo staff e i giocatori confermati non vogliono andare via. Nessuno si è mai fatto problemi pensando di trovare un’altra squadra. Tutti siamo schierati e allineati con il presidente. Nessuno ha voltato le spalle a lui”.

Pagliarini ha inoltre elogiato la coesione e la dedizione della squadra: “Da quando sono arrivato, abbiamo creato un gruppo veramente coeso e bello, e in questo momento di difficoltà del presidente, siamo tutti allineati con lui aspettando il suo ritorno. Nessuno vuole andare via e nessuno sta valutando ipotesi di trovare accordi con altre società. Chiaramente se la squadra non dovesse iscriversi, i discorsi cambieranno, ma allo stato attuale tutti vogliono rimanere all’Avezzano. Stiamo aspettando il presidente. Noi ci fidiamo. Ci ha detto di stare tranquilli, ha mantenuto tutti gli impegni, non ci ha mai fatto mancare nulla. Secondo me, ha dato di più di quello che ci doveva dare. A noi ci ha trattato sempre come signori. Non c’è motivo per non credergli. Stiamo dimostrando come ognuno del nostro gruppo vuole aiutarsi a vicenda in questo momento di difficoltà quando ci sono problemi in famiglia. Quindi stiamo belli, sereni e tranquilli aspettando l’evolversi di questa situazione”.

La vicenda rimane aperta e il prossimo interrogatorio di garanzia potrebbe rappresentare un punto di svolta. Intanto, l’Avezzano calcio si stringe attorno al proprio presidente, dimostrando unità e fiducia in un momento tanto delicato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *