PONTE MOLINA CHIUSO DA UN ANNO E 7 MESI, IL SINDACO CHIEDE INTERVENTI IMMEDIATI

Il ponte di Molina Aterno resta chiuso dopo un anno e sette mesi, una situazione insostenibile che il sindaco Luigi Fasciani definisce “imbarazzante e fonte di grande disagio”. La necessità di intervenire e procedere con la ricostruzione è ormai impellente. “Non possiamo più aspettare”, ha dichiarato Fasciani, visibilmente esausto dalla lunga attesa.

Sul fronte giudiziario, l’incidente probatorio si è concluso lo scorso febbraio. Nel corso di un anno, da marzo 2023 fino a febbraio 2024, sono state svolte consulenze ingegneristiche e geologiche approfondite sul ponte, sull’alveo del fiume e sugli argini. Gli accertamenti miravano a individuare eventuali irregolarità o responsabilità nella gestione e manutenzione della struttura.

L’inchiesta ha portato all’indagine di quattro persone: due tecnici del genio civile e due della provincia dell’Aquila. Le ipotesi di reato contestate, a vario titolo, riguardano l’omissione di interventi di manutenzione necessari per l’alveo del fiume e per il mantenimento della funzionalità idraulica. Secondo gli inquirenti, la mancata manutenzione avrebbe favorito l’accumulo di detriti, alterando le caratteristiche idrauliche del corso d’acqua e aumentando il rischio di esondazione. A tutti e quattro gli indagati si contesta anche l’omissione degli interventi di manutenzione ordinaria.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *