PARCO DAOLIO CHIUSO DA CINQUE GIORNI TRA LE PROTESTE DEI CITTADINI

Il Parco fluviale di nuovo chiuso al pubblico e senza nessuna apparente spiegazione. Sono ormai cinque giorni che i cancelli del più grande polmone verde della città restano ben serrati con lucchetti e catene. Nessun cartello e nessun avviso da parte del Comune che spieghi i motivi di questa nuova chiusura. Eppure l’ufficio comunicazione dell’ente è sempre molto attento a segnalare tempestivamente tutto quello che avviene a Palazzo San Francesco: consegna targhe, riconoscimenti vari, fioriere da inaugurare, disposizioni. manifestazioni, incontri e appuntamenti, tutto riportato sulla pagina social del Comune con un’attenzione veramente fuori dal “comune”. Questa volta però, nessuno ha spiegato i motivi della nuova chiusura del Parco Daolio. Con i cittadini che ogni mattina devono bloccarsi davanti ai cancelli, senza saperne il motivo. Si parla da mesi di inizio dei lavori di ristrutturazione e ammodernamento dell’intera area verde con un finanziamento Pnrr di circa 3 milioni e 400 mila euro, già assegnato ma che è a rischio revoca proprio perché i lavori non sono mai partiti.  Ci sono dei tempi ben definiti da rispettare sia per quanto riguarda l’avvio del cantiere sia per la rendicontazione dei vari step di avanzamento dei lavori con il primo che doveva iniziare già dallo scorso mese di settembre. Ma sul Parco tutto tace. 

One thought on “PARCO DAOLIO CHIUSO DA CINQUE GIORNI TRA LE PROTESTE DEI CITTADINI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *