LIBERATO DAI DOMICILIARI, SI SCAGLIA CONTRO I CARABINIERI: 46ENNE DENUNCIATO

Mattinata movimentata a Sulmona, dove un 46enne residente a Cocullo, Emanuele Risio, ha reagito in maniera violenta alla notifica del provvedimento giudiziario che lo liberava dagli arresti domiciliari, imponendogli però il divieto di avvicinamento alla sua ex vicina di casa.

I carabinieri si sono presentati ieri mattina all’abitazione sulmonese dove Risio stava scontando la sua pena per atti persecutori nei confronti della vicina. Il tribunale di Avezzano aveva disposto la sua liberazione dagli arresti domiciliari in attesa del processo, mantenendo però le restrizioni nei confronti della vittima.

Secondo quanto riportato, alla lettura dell’ordinanza del giudice, Risio, probabilmente fraintendendo il contenuto del provvedimento o in preda all’agitazione per la nuova situazione, ha iniziato a minacciare e offendere i carabinieri presenti. Le sue azioni sono degenerate al punto di far temere un’aggressione fisica.

I militari, mantenendo la calma, sono riusciti a evitare che la situazione degenerasse ulteriormente, ma hanno dovuto segnalare l’episodio alla Procura della Repubblica. Di conseguenza, Emanuele Risio è stato denunciato a piede libero per oltraggio e resistenza a pubblico ufficiale.

L’uomo, già noto alle forze dell’ordine per i suoi precedenti comportamenti persecutori, dovrà ora affrontare ulteriori conseguenze legali per la sua condotta. Questo episodio sottolinea ancora una volta l’importanza di un’attenta gestione delle comunicazioni giudiziarie e delle emozioni legate a situazioni di tensione.

In attesa del processo per gli atti persecutori, l’attenzione delle autorità resta alta per garantire la sicurezza della vittima e il rispetto delle disposizioni del tribunale. Risio, sebbene liberato dagli arresti domiciliari, dovrà rispettare rigorosamente il divieto di avvicinamento, pena ulteriori sanzioni.