RUMORI E SCHIAMAZZI, DUE GESTORI DI UN LOCALE FINISCONO SOTTO PROCESSO

Troppo casino fuori dal loro locale e due gestori finiscono sotto processo. Si tratta di A.Z., 31 anni, e F.B., di 29 anni, entrambi di Introdacqua. I due sono stati rinviati a giudizio per il reato di disturbo al riposo delle persone. La prima udienza del processo è stata fissata per il prossimo 27 febbraio.

Fino a qualche mese fa i due gestivano un locale di via Carrese, nel pieno centro storico di Sulmona ma secondo il vicinato i clienti del locale erano troppo rumorosi tant’è che  era stato richiesto l’intervento delle forze dell’ordine per gli schiamazzi notturni almeno in tre occasioni.

In particolare, stando agli atti d’indagine, il 5 marzo 2023 e il 10 e il 16 aprile dello stesso anno, i due imputati, amministratori della società titolare del locale di intrattenimento, non avevano esercitato il controllo sui clienti dell’attività. Secondo uno dei residenti dal quale è partita la denuncia e con lui la Procura «la frequentazione del locale da parte degli utenti sfociava in schiamazzi e rumori», nella zona esterna del locale, «in pieno contrasto con le norme che tutelano il riposo delle persone».

L’avvocato aveva mostrato agli investigatori alcuni video, girati dalla propria abitazione tra le due e le tre di notte. Nell’udienza predibattimentale, il giudice Concetta Buccini ha ritenuto che le accuse sono solide per essere sostenute in giudizio. Di diverso tenore la tesi portata avanti dall’avvocato, Alessandro Margiotta difensore dei due imputati, secondo il quale i gestori non potevano fermare i rumori dei passanti che stazionavo all’esterno del locale. Inoltre dalle immagini fornite dai residenti non si evincono con certezza loro avviso gli schiamazzi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *