INCLUSIONE LAVORATIVA E SOCIALE: AL VIA A SULMONA IL PROGETTO “WAKE UP LAVORO 2”

Il Comune di Sulmona, quale Ente Capofila dell’Ambito Sociale Distrettuale n. 4 Peligno, ha annunciato il lancio del progetto “Wake Up Lavoro 2”. L’iniziativa, approvata e finanziata dalla Regione Abruzzo con una determina del 30 novembre 2023, si inserisce nell’ambito delle attività sostenute dal programma regionale europeo Plus 2021-2027. Il progetto mira a favorire l’occupazione e l’inserimento nel mercato del lavoro delle persone più vulnerabili.

Il partenariato per il progetto include l’ATS costituita dal Comune di Castel di Sangro, ECAD dell’Ambito Sociale Distrettuale n. 6 Sangrino, la ASL 1 Abruzzo, ANFFAS Sulmona, il Consorzio PMI Alto Sangro, la Cooperativa Sociale Horizon Service, la Cooperativa Sociale Nuovi Orizzonti Sociali, SGI Soc. Coop. impresa Sociale a rl e SINTAB srl. Con un finanziamento complessivo di € 1.291.666,67, il progetto prevede interventi mirati all’incremento dell’occupazione, promuovendo pratiche di inclusione lavorativa e rafforzando la rete territoriale per prevenire l’emarginazione sociale.

“Wake Up Lavoro 2” prevede l’individuazione e la redazione di progetti individuali di inclusione lavorativa per persone in condizioni di svantaggio e povertà, con l’attivazione di 105 tirocini (TINA ed extra-curriculari) e 15 borse lavoro. I destinatari dell’avviso devono essere residenti in uno dei Comuni dell’Ambito Sociale Distrettuale n. 4 Peligno o n. 6 Sangrino, utenti dei Servizi Sociali o Sanitari competenti, e persone disoccupate o inoccupate. Le domande dovranno essere presentate entro il 30 giugno 2024, secondo le modalità specificate nell’avviso pubblico.

Gli assessori alle politiche sociali dei Comuni di Sulmona e Castel di Sangro, Paola Fiorino e Raffaella Dell’Erede, hanno espresso grande soddisfazione per il risultato ottenuto, ringraziando tutti gli operatori degli uffici competenti per il loro impegno. “Sul tema di inclusione e protezione sociale non possono e non devono mai spegnersi i riflettori. Operare per garantire alle fasce più deboli un’attenzione particolare è, e resta, uno degli obiettivi principali delle Amministrazioni coinvolte,” hanno dichiarato.

Il progetto “Wake Up Lavoro 2” rappresenta un importante passo avanti nella promozione dell’inclusione sociale e lavorativa, confermando l’impegno delle amministrazioni locali nel supportare le persone in difficoltà e nel rafforzare la coesione sociale nel territorio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *