INCIDENTE CON LA MOTO: MUORE CARABINIERE FORESTALE

Un tragico incidente stradale ha scosso la comunità locale nella prima serata di oggi, quando un carabiniere forestale di 54 anni, Luca Pulsinelli, originario di Sora e in servizio a Villetta Barrea, ha perso la vita sulla strada provinciale 83 Marsicana.

Luca Pulsinelli

Dalle prime ricostruzioni effettuate dai carabinieri della compagnia di Castel di Sangro, intervenuti immediatamente sul luogo dell’incidente per i rilievi del caso, sembra che il 54enne abbia perso il controllo della sua moto, una Suzuki 600, schiantandosi contro un muretto.

Gli automobilisti in transito hanno subito prestato i primi soccorsi, ma purtroppo, all’arrivo dei medici del 118, non è stato possibile fare altro che constatare il decesso di Pulsinelli. La dinamica dell’incidente sembra indicare che il carabiniere abbia fatto tutto da solo, senza il coinvolgimento di altri veicoli.

L’incidente ha causato rallentamenti nel traffico lungo la provinciale 83, una strada spesso frequentata e importante collegamento per l’area. La comunità di Villetta Barrea e di Sora è profondamente colpita dalla perdita di un uomo conosciuto e rispettato per il suo impegno nella tutela del territorio e della natura.

I colleghi di Pulsinelli, insieme alla famiglia e agli amici, sono ora uniti nel dolore per la scomparsa di un uomo che ha dedicato la sua vita al servizio degli altri.

Autopsia disposta sul corpo di Luca Pulsinelli: la procura di Sulmona apre un fascicolo per omicidio stradale

La procura della repubblica di Sulmona ha deciso di disporre l’autopsia sul corpo di Luca Pulsinelli, nell’ambito dell’apertura di un fascicolo contro ignoti per omicidio stradale.

Secondo le prime testimonianze raccolte dai carabinieri, alcuni automobilisti hanno riferito di aver visto due ciclisti procedere a pochi metri di distanza da Pulsinelli. Si ipotizza che, nel tentativo di evitare i ciclisti, Pulsinelli possa aver perso il controllo della sua moto, causando così il fatale schianto.

Le autorità stanno attualmente conducendo indagini approfondite per chiarire la dinamica dell’incidente. La procura ha già disposto il sequestro del mezzo coinvolto e potrebbe decidere, nelle prossime ore, di procedere con una perizia cinematica. Tale perizia sarà fondamentale per analizzare le condizioni dell’asfalto, la velocità della moto al momento dell’incidente e altri fattori cruciali per ricostruire con precisione l’accaduto.