LITE TRA DOCENTI AL LICEO VICO, INTERVENGONO CARABINIERI E 118

Si è reso necessario l’intervento di una pattuglia dei carabinieri e di un’ambulanza del 118, nei giorni scorsi, al liceo Vico di Sulmona. L’intervento è stato richiesto per riportare la calma dopo una lite piuttosto accesa scoppiata durante una riunione scolastica.

Protagoniste dell’episodio sono state due docenti che, dopo un alterco verbale, sono state trasportate al pronto soccorso dell’ospedale di Sulmona per accertamenti medici. Una delle due insegnanti è stata trattenuta sotto osservazione a causa di uno sbalzo pressorio prima di essere dimessa.

I carabinieri hanno condotto una serie di accertamenti per ricostruire l’accaduto e comprendere meglio le dinamiche della lite. Al momento, non si esclude che la vicenda possa avere un seguito legale, con la possibilità di querele di parte da entrambe le docenti coinvolte.

Dall’istituto scolastico non sono state rilasciate dichiarazioni ufficiali in merito, ma si attende una comunicazione da parte della dirigenza del Vico nei prossimi giorni.

Aggiornamento:

“Si è verificata un’accesa discussione. Stiamo avviando un’indagine interna per verificare quanto accaduto”. Queste le parole della dirigente scolastica del liceo Vico di Sulmona, Caterina Fantuzzi, in merito alla lite avvenuta nei giorni scorsi tra due professoresse durante un consiglio di classe.

L’episodio si è verificato mentre si discuteva di una situazione problematica che ha portato le due docenti a uno scontro verbale. “Si stava discutendo di una situazione problematica quando le due hanno avuto un’accesa discussione. Niente botte né lesioni”, racconta una collega presente al momento dell’incidente.

Nonostante non vi siano stati scontri fisici, l’alterco ha avuto conseguenze sanitarie: entrambe le docenti sono state refertate in ospedale. Una di loro è stata ricoverata per accertamenti, mentre l’altra è stata dimessa dopo essere stata soccorsa per uno sbalzo pressorio.

La tensione tra le due docenti non è un fenomeno nuovo. Una delle insegnanti coinvolte aveva già richiesto il trasferimento da tempo, segno che i rapporti non erano dei migliori.

Nonostante la gravità dell’evento, non si prevedono conseguenze legali: le due docenti non sembrano intenzionate a sporgere querela. Tuttavia, la dirigente scolastica ha assicurato che verrà effettuata un’indagine interna per chiarire i dettagli della vicenda e prendere eventuali provvedimenti.

La comunità scolastica attende ora i risultati dell’indagine e spera in una rapida risoluzione del conflitto, auspicando che episodi simili non si ripetano in futuro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *