TUMORI, CONVEGNO NAZIONALE A CIVITELLA ALFEDENA PER SENSIBILIZZARE E INFORMARE I CITTADINI

Il Comune di Civitella Alfedena, volendo partecipare attivamente alle azioni di sensibilizzazione e informazione, ha voluto organizzare, per il giorno 29 Giugno 2024 , presso il Centro Culturale “Orsa Maggiore” il Convegno Nazionale “Tumori: Incontro Ospedali-Territorio- Cittadini”, con l’obiettivo di promuovere gli interessi informativi e formativi a beneficio della popolazione dell’intero territorio e specialmente dell’Alto Sangro. Il convegno, organizzato in un’unica giornata, si sviluppa in tre sessioni, dedicate rispettivamente alla informazione su ciò che significa il tumore, all’importanza della prevenzione primaria, secondaria e terziaria, allo screening nel quadro regionale abruzzese e locale dell’Alto Sangro, per poi occuparsi specificamente del tumore del colon-retto, terzo tumore più diffuso al mondo e degli ultimi aggiornamenti su diagnosi e terapia medica e chirurgica e costruire un percorso dedicato per il cittadino che parte dallo screening fino alla presa in carico e alla terapia.

I Tumori costituiscono la seconda causa di morte nel mondo e l’incidenza della diagnosi è in costante aumento. Nel 2020 sono stati stimati 19,3 milioni i nuovi casi di cancro e 9,7 milioni le morti per tumore. Nel 2023, in Italia sono stati calcolati 395.000 nuovi casi, più di 1000 al giorno, con poco meno di 200.000 morti. Il cancro è responsabile della morte di un uomo su otto e una donna su undici. Dalla letteratura medica è oggi ampiamente dimostrato che la migliore cura del cancro è la prevenzione e sebbene la ricerca abbia sviluppato trattamenti sempre più mirati ed efficaci, ciò che manca ancora è una vera e propria cultura della prevenzione. Le problematiche della sanità-salute, quotidianamente discusse in un importante ed interessante dibattito, risultano di evidente interesse generale e pubblico. In modo particolare le malattie oncologiche che, come dimostrano i dati sui decessi rilevati annualmente, in costante aumento, suscitano preoccupazione e discussioni pubbliche. D’altra parte, la cura principale della malattia sta nella conoscenza della stessa e nella prevenzione, da promuovere attraverso l’informazione e la sensibilizzazione, anche nei piccoli centri, che hanno spesso carenze sanitarie di base, difficoltà di trasporto e scarsa possibilità di confronto. Ecco perché sono molto importanti le iniziative dirette a sensibilizzare e informare i cittadini su cosa è un tumore, spiegando che prevenire è meglio che curare ed esistono i mezzi per prevenire ed evitare o ridurre i fattori di rischio.Relatori al Convegno – con patrocinio di Regione Abruzzo, Provincia dell’Aquila, Ente Parco Nazionale d’Abruzzo/LM, ASL 1, Ecad Sangrino, comuni Alto Sangro – personalità medici e ricercatori dalla Lombardia, dal Lazio, dalle Marche e ovviamente dall’Abruzzo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *