INTRODACQUA, INIZIA IL COLASANTE BIS: “SONO IL SINDACO DI TUTTI, ANCHE DI QUELLI CON LE FETTE DI SALAME”

Alla vigilia del voto, il rischio di commissariamento aleggiava su Introdacqua e l’obiettivo principale era raggiungere il quorum. Affrontare una campagna elettorale senza avversari può sembrare insolito, ma Cristian Colasante, poco più che trentenne e già con cinque anni di esperienza come sindaco, è riuscito a superare l’ostacolo. Con una campagna elettorale intensa, fatta di comizi e porta a porta, Colasante ha dimostrato di aver fidelizzato non solo gli elettori, ma soprattutto le persone.

La comunità, come ben sa Colasante, non è composta solo da voti, ma da volti, uniti nell’identità e diversi nella specificità. Cresciuto e attivo nella sua comunità, Colasante ha costruito legami profondi e significativi prima di assumere il ruolo di sindaco.

I numeri della votazione sono eloquenti: 1300 persone si sono recate alle urne, con una partecipazione del 74% degli aventi diritto, ben oltre il 40% richiesto dalla legge per la validità della consultazione. Questo dato supera anche l’affluenza del 2019, che si era fermata al 64%. Delle 1300 schede, 1225 sono andate a Colasante, che ha ottenuto il 100% dei voti validi. Un risultato straordinario che va oltre il semplice raggiungimento del quorum.

Colasante, l’unico candidato in corsa, avrebbe potuto accontentarsi del 50% più uno delle preferenze, ma ha ottenuto molto di più, nonostante il curioso incidente delle due schede contenenti fette di salame.

“Quello che è accaduto è qualcosa di straordinario”, ha dichiarato Colasante domenica sera, riconoscendo l’importanza storica di questa tornata elettorale. All’indomani del voto, ha ringraziato pubblicamente la comunità con un messaggio emozionante:

“1225 volte grazie. Quello che è successo ad Introdacqua è qualcosa di favoloso, una vittoria storica che dimostra che la ricostruzione dei rapporti umani è la base per Amministrare bene ed avere una comunità a disposizione per risolvere insieme le tante problematiche ancora da risolvere. Ripartiamo da dove abbiamo lasciato. Ora più che mai posso dire di essere il sindaco di tutti (anche di quei due con la fetta di salame). ‘La storia siamo noi, nessuno si senta offeso’. Forza Introdacqua! Abbiamo vinto tutti!”.

Con questo spirito, Colasante si prepara a iniziare il suo nuovo mandato, con l’obiettivo di continuare a lavorare per il bene di tutta la comunità di Introdacqua.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *