NUOTO DISABILI SULMONA, GRANDE SUCCESSO AI CAMPIONATI ITALIANI DI TORINO

di Domenico Verlingieri – Si sono chiusi in bellezza per l’Asd Nuoto Disabili Sulmona i campionati italiani di nuoto e nuoto per salvamento promozionale paralimpici Fisdir, che si sono svolti a Torino, al centro natatorio di Trecate, dal 24 al 26 maggio. Il team abruzzese ha conquistato ben quattro podi, dimostrando grande abilità e determinazione.

Nel nuoto, Aidina Celli ha conquistato il primo posto italiano e la medaglia d’oro nei 50 metri farfalla, mentre Luca Corsetti ha ottenuto un secondo posto nei 25 metri dorso. Questi risultati hanno evidenziato l’eccellenza degli atleti sulmonesi nelle competizioni individuali.

Nel campionato di nuoto per salvamento, Lucia Doria ha sorpreso tutti al suo esordio in un campionato nazionale, ottenendo il primo tempo italiano e la medaglia d’oro nella specialità dei 25 metri trasporto. Sempre nella disciplina del nuoto salvamento, gli atleti ovidiani si sono piazzati al terzo posto nella staffetta 4×25 metri trasporto. La squadra, composta da Alessandro Arquilla, Luca Corsetti, Valerio Gentile e Paolo Pagone, ha mostrato una coesione e una determinazione encomiabili.

Questi successi rappresentano un’enorme soddisfazione per la società sulmonese, che ha raggiunto il 14° posto nella classifica generale della Coppa Italia di nuoto promozionale Fisdir 2024. Un risultato che testimonia il costante impegno e la dedizione degli atleti e dello staff.

Massimo l’entusiasmo in casa biancorossa, dove la presidente Patrizia Ruffini ha espresso la sua gratitudine verso lo staff tecnico e dirigenziale per il lavoro svolto e per gli obiettivi raggiunti in questa meravigliosa stagione sportiva. “Siamo orgogliosi dei nostri atleti e di tutto il team”, ha affermato, “questi risultati ci spingono a continuare a lavorare con passione e dedizione, per raggiungere traguardi sempre più ambiziosi”.

Il successo dell’Asd Nuoto Disabili Sulmona ai campionati italiani di Torino è una chiara dimostrazione di come lo sport possa essere un potente strumento di inclusione e valorizzazione delle capacità individuali, unendo atleti, tecnici e famiglie in un percorso comune di crescita e successo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *