VILLALAGO ONORA LA MEMORIA DI GEPPINO MADRIGALE CON L’INTITOLAZIONE DEL RIFUGIO “SAN DOMENICO-CESE VECCHIE”

Sarà una giornata di grande commozione e ricordo quella di domani, quando il rifugio “San Domenico-Cese Vecchie” di Villalago sarà ufficialmente intitolato alla memoria del medico e alpinista Geppino Madrigale. L’inaugurazione è prevista per le 11.30, ma l’appuntamento per tutti i partecipanti è fissato alle 8.30 in piazza Celestino Lupi, da dove partirà la camminata verso il rifugio.

Geppino Madrigale, scomparso il 2 gennaio 2023 all’età di 70 anni nella sua abitazione di Sulmona, era una figura molto amata e rispettata sia per la sua professione medica che per la sua passione per l’alpinismo. Madrigale aveva partecipato a numerose spedizioni, tra cui una memorabile al K2, nella catena montuosa dell’Himalaya, e si era distinto anche in altre imprese alpinistiche. La sua passione per la montagna lo ha accompagnato fino agli ultimi giorni, nonostante la grave malattia contro la quale ha lottato con coraggio e serenità.

Il programma della giornata prevede, dopo la cerimonia di intitolazione e l’affissione di una targa commemorativa, un pranzo al sacco presso il rifugio alle 12.30. Nel pomeriggio, alle 17, nella sala polifunzionale di Villalago, si terrà la presentazione e proiezione della biografia di Geppino Madrigale. Il filmato ripercorrerà la vita di un uomo che ha saputo coniugare la sua dedizione professionale con una grande passione per la natura e l’avventura.

Oltre all’alpinismo, Madrigale amava anche altri sport come lo sci e la bicicletta. Era un appassionato di fotografia naturalistica, e molte delle sue immagini scattate durante le escursioni in montagna sono veri e propri capolavori. Nonostante fosse andato in pensione circa un anno prima della sua morte, non aveva mai smesso di dispensare consigli medici a chiunque ne avesse bisogno, continuando a vivere il suo ruolo di medico come una missione.

Fino all’ultimo giorno, Geppino passeggiava per le strade della sua città, salutando i conoscenti e fermandosi volentieri a chiacchierare con gli amici di sempre. Il suo carattere gioviale e il suo sorriso erano un segno distintivo, che gli aveva guadagnato l’amicizia e l’affetto di tutti. Geppino Madrigale è stato anche sindaco di Cansano dal maggio 1990 all’aprile 1995, oltre ad aver ricoperto il ruolo di presidente del Comunità Montana Peligna.

L’evento di domani è promosso dal Comune di Villalago e dal Cai Gruppo Villalago della sezione di Sulmona, in ricordo di un uomo che ha saputo vivere intensamente e che ha lasciato un’eredità di affetto e ammirazione in tutti coloro che lo hanno conosciuto.

Domenico Verlingieri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *