AL VIA LA GIOSTRA DI ZANTE, DOMANI IL GRAN FINALE

È iniziata ufficialmente la Giostra di Zante ieri sera in piazza Solomos. Dopo l’esecuzione degli inni nazionali di ogni delegazione è stata data lettura del bando di apertura dell’edizione 2024. Tante le esibizioni che hanno animato la serata: ad aprire la manifestazione i musici e gli sbandieratori della Giostra Cavalleresca di Sulmona e del Sestiere di porta Japasseri che hanno incantato i presenti con il loro grande talento, a seguire canti e balli della tradizione e spettacoli di fuoco medievale. Questa mattina si è rinnovata la storica amicizia tra Sulmona e Zante alla presenza tra i tanti, di Dionysys Aktypis, membro di Zante nel parlamento greco il quale ha annunciato che sarà presente a Sulmona il 3 agosto per la giostra europea; George Stasinopoulos sindaco di Zante e Maura Kardani la presidente della Giostra e i vari rappresentanti delle delegazioni. A rappresentare la Giostra di Sulmona il vicepresidente Rosa Giammarco, per la Giostra Europea Luisa Taglieri e per il Sestiere di Porta Japasseri Antonio Cinque. Uno scambio di doni ha suggellato i 19 anni di forte unione tra l’isola greca e il capoluogo peligno. La delegazione di Sulmona ha donato ai vari rappresentanti delle istituzioni i confetti tipici della città e un fiore personalizzato per la Giostra Cavalleresca di Sulmona. Presenti alla cerimonia anche le numerose delegazioni greche e dalla Repubblica Ceca di Cesky Krumlov. “La Giostra è molto grata a Zante per il grande legame che rinnova negli anni”, ha affermato Rosa Giammarco, vicepresidente della Giostra Cavalleresca di Sulmona. “La Giostra promuove l’unione, la fratellanza tra popoli e la multiculturalità. In questo momento storico la cultura è fondamentale; attraverso la cultura si possono comprendere e rispettare i diritti e essere aperti al dialogo. La sfida che voglio lanciare a tutti, alle istituzioni, a tutti i presenti, ai popoli delle Giostre, è quello di abbracciare i valori della pace e della coesione”. Sull’importanza di unione e pace ha approfondito il tema Luisa Taglieri, responsabile della giostra europea:”con grande soddisfazione posso dire che la Giostra d’Europa dallo scorso anno è diventata Giostra europea per la Pace. È da qui, da questa manifestazione, che voglio lanciare un forte messaggio di pace, quello che ha garantito alla Giostra di Sulmona il patrocinio del Parlamento Europeo. Il mio impegno, fin da subito, sarà quello di dare alla manifestazione ancora più visibilità curando ulteriori rapporti con le istituzioni europee”. A concludere gli interventi per la Giostra Cavalleresca di Sulmona il capitano del Sestiere di Porta Japasseri il quale si è concentrato sul forte legame nato con la Giostra di Zante. “I gemellaggi rappresentano per le comunità locali del nostro continente una delle esperienze più concrete e efficaci in questa prospettiva”, ha dichiarato Cinque. “Crediamo fortemente in questo progetto e ci impegniamo affinché lo stesso continui a crescere anche con la richiesta di finanziamenti europei per la realizzazione di nuovi progetti e iniziative comuni”, ha sottolineato. “L’affetto che ci lega e che il gemellaggio suggella ci aiuterà a scrivere negli anni avvenire nuove bellissime pagine della nostra storia insieme”, ha concluso il capitano del Sestiere di Porta Japasseri. I tre giorni di Giostra di Zante culmineranno domani, domenica 26 maggio, con la grande sfilata alla quale parteciperanno tutte delegazioni e la Giostra di Sulmona presenzierà con 40 figuranti. Il corteo attraverserà il centro storico e arriverà a piazza Solomon dove alle 20 si svolgeranno le avvincenti sfide, uno spettacolo che si preannuncia entusiasmante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *