SULMONA FUTSAL, DOMANI ALLE 16 LA SEMIFINALE DI RITORNO PLAYOFF

di Domenico Verlingieri – C’è grande attesa per la semifinale playoff di ritorno che si terrà domani, sabato 25 maggio, al Palasport Serafini tra Sulmona Futsal e i laziali del Cures. Dopo una vittoria travolgente per 6-2 nella gara d’andata in trasferta, Sulmona è determinato a consolidare il proprio vantaggio e assicurarsi un posto nella finalissima per la Serie A2, in programma il 2 giugno a Faenza.

Analizzando il successo di sabato scorso, emergono chiaramente i punti di forza della squadra abruzzese. Protagonisti della vittoria sono stati Loris Dominioni e il capitano Yuri Di Matteo, ciascuno con una tripletta. “Il punto di forza è rappresentato da un gruppo affiatatissimo”, ha dichiarato Di Matteo, aggiungendo: “In campo diamo sempre tutto, lottando dal primo all’ultimo secondo”. Tuttavia, il capitano ha anche riconosciuto una debolezza: “L’unica pecca di sabato scorso è stata quella di aver avuto un calo di concentrazione subito dopo essere passati in vantaggio”.

Yuri Di Matteo

Con un vantaggio di quattro gol, la squadra di Antonio Ricci gode di una significativa superiorità psicologica, ma è necessario non abbassare la guardia. È atteso un avversario agguerrito, pronto a giocare in modo aggressivo per ribaltare la situazione. “I fattori determinanti saranno sicuramente l’equilibrio, l’imporre il nostro gioco e non strafare”, spiega Di Matteo. Sulmona Futsal dovrà mantenere alta la concentrazione e adottare una strategia intelligente per resistere all’attacco del Cures, che cercherà di trovare varchi nella difesa peligna.

La forma fisica e mentale dei giocatori sarà un elemento chiave per affrontare questa partita cruciale. Sulmona dovrà rimanere concentrata per l’intera durata del match, mentre il Cures cercherà di sfruttare ogni occasione per rimontare lo svantaggio. Dal punto di vista tecnico, Sulmona dovrà puntare su una difesa solida e sfruttare le ripartenze, contro un Cures che inizierà con alta intensità, pressando alto per creare occasioni da gol rapidamente. Entrambe le squadre dovranno gestire bene le transizioni, con Sulmona pronto ad approfittare degli eventuali sbilanciamenti degli avversari.

Un altro aspetto da considerare è la pressione del momento. “Non tutti i giorni si gioca una semifinale playoff, che gestiremo comunque come abbiamo sempre fatto,” ha detto Di Matteo, “scendendo in campo cercando di fare meno errori possibili”. Il Cures non si arrenderà facilmente e farà di tutto per ribaltare il risultato a proprio favore, quindi è essenziale che Sulmona entri in campo con la mentalità giusta e la determinazione necessaria per chiudere la partita in modo deciso.

I biancorossi avranno anche il vantaggio del fattore campo. Il sostegno del pubblico potrà essere determinante per spingere Sulmona a dare il massimo nell’ultima gara casalinga della stagione. “Sono sicuro che il nostro pubblico sarà numeroso,” conclude il capitano, “il palazzetto sarà una bolgia, tutti insieme per raggiungere questo importante obiettivo”.

Tutto potrà fare la differenza in questo match, dalle prestazioni individuali dei giocatori chiave alle scelte tattiche, come l’eventuale utilizzo del portiere di movimento da parte del Cures. Sulmona dovrà gestire al meglio il vantaggio di quattro gol, mentre il Cures, privo del pivot Nicolò Ramazio per squalifica, dovrà recuperare almeno quattro reti per portare la partita ai supplementari. In palio c’è la finale di domenica 2 giugno a Faenza, contro la vincente dell’altra semifinale tra Castellana e Soverato Futsal (andata 6-6).

Con tutti questi fattori in gioco, la partita, arbitrata da Rasia di Bassano del Grappa e Giannelli di Bari, si preannuncia emozionante e piena di tensione. Non resta che attendere il fischio d’inizio, domani alle 16.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *