“LE BORSE DI STUDIO RIMANGONO IN SOSPESO”, D’ALOISIO DENUNCIA LE PROMESSE MANCATE DELLA REGIONE

Il consigliere comunale di Sulmona, Angelo D’Aloisio, capogruppo del Movimento 5 Stelle, ha denunciato la mancata erogazione delle borse di studio promesse dal presidente della Regione, Marco Marsilio, durante la campagna elettorale. Nonostante lo scorrimento delle graduatorie avvenuto il 29 aprile scorso, moltissimi studenti, tra cui quelli di Sulmona e del centro Abruzzo, sono ancora in attesa della prima rata della borsa di studio a loro assegnata.

“La situazione è deplorevole e inaccettabile”, ha dichiarato D’Aloisio, sottolineando come le borse di studio rappresentino non solo un contributo economico, ma spesso l’unico sostegno per molti studenti abruzzesi per continuare i loro studi universitari. “Abbiamo quasi sperato che, dopo i primi cinque anni di disastri nella politica del diritto allo studio, questa giunta realizzasse qualcosa di concreto, ma, come immaginavamo, sembra aver dimenticato le reali necessità degli studenti, aggravando ancor di più il loro disagio”.

D’Aloisio ha criticato duramente l’attuale amministrazione regionale per non aver mantenuto le promesse fatte, evidenziando che la situazione attuale aumenta ulteriormente la disparità economica e sociale tra gli studenti abruzzesi. “Le borse di studio non possono essere considerate come un semplice contributo economico in più”, ha aggiunto, “ma rappresentano un sostegno fondamentale per molti studenti, soprattutto quelli che affrontano difficoltà economiche”.

Il consigliere ha ribadito l’impegno del Movimento 5 Stelle a fianco degli studenti che necessitano di sostegno per proseguire il loro percorso accademico. “Crediamo che la buona formazione dei giovani abruzzesi sia una garanzia per il benessere generale della nostra Regione nei prossimi anni”, ha proseguito, “per questo, condanniamo fermamente questa mancanza di concretezza e impegno da parte della giunta a favore della politica del diritto allo studio”.

In conclusione, D’Aloisio ha chiesto un intervento immediato per regolarizzare la situazione delle borse di studio, garantendo il diritto allo studio a tutti gli studenti abruzzesi che ne hanno bisogno. “Non possiamo accettare che gli impegni presi in campagna elettorale da Marsilio rimangano disattesi a discapito degli studenti e del loro futuro professionale”, conclude.

La denuncia di D’Aloisio pone nuovamente l’accento su un problema che rischia di compromettere il futuro di molti giovani abruzzesi e chiede un’azione rapida e concreta da parte delle autorità regionali. (d.v.)