CASERMA VIGILI DEL FUOCO, MINORANZA ESCLUSA DAL DIBATTITO DISERTA LA CONFERENZA

Sei consiglieri comunali di Sulmona di minoranza, Caterina Di Rienzo, Maurizio Proietti, Teresa Nannarone, Franco Di Rocco, Antonietta La Porta e Luigi Santilli, hanno annunciato la loro decisione di disertare la conferenza dei servizi convocata per oggi pomeriggio per discutere la realizzazione della caserma dei vigili del fuoco. In una nota congiunta, hanno espresso la loro delusione per essere stati esclusi da un evento così importante.

La nota critica è nei confronti del presidente del consiglio comunale “per la sua presunta parzialità e per aver favorito i desideri del capogruppo del suo partito, firmatario della proposta per la Cittadella della Sicurezza”. I consiglieri lamentano di non essere stati coinvolti nella discussione e di essere stati esclusi dalla conferenza dei capigruppo, segnando così, secondo loro, una brutta pagina per la democrazia cittadina.

I consiglieri avrebbero preferito essere inclusi nella discussione e avere la possibilità di esprimere il loro punto di vista sul progetto della nuova caserma dei vigili del fuoco. Criticano il modo unilaterale con cui la proposta è stata gestita e chiedono di conoscere il pensiero della giunta e del sindaco sull’intera vicenda.

Infine, i consiglieri ribadiscono la loro richiesta di rinvio e di coinvolgimento di tutti i partecipanti, sottolineando che questa sarebbe stata un’opportunità per il presidente del consiglio di ravvedersi e dimostrare imparzialità. Tuttavia, ritengono che il presidente abbia confermato il suo ruolo di subalterno ai voleri dei firmatari della proposta.

La nota dei consiglieri di minoranza riflette il malcontento e la delusione per essere stati esclusi da un importante dibattito pubblico, sollevando questioni importanti riguardanti la trasparenza e l’inclusione nel processo decisionale all’interno del consiglio comunale. (d.v.)