COSPA ABRUZZO: NO A STRUMENTALIZZARE IL MONDO AGRICOLO ALLE ELEZIONI EUROPEE

In un contesto politico sempre più teso e competitivo, l’agricoltura emerge come terreno fertile per la manipolazione e lo sfruttamento delle legittime preoccupazioni dei coltivatori. Il Cospa Abruzzo, in rappresentanza dei comitati agricoltori, in una comunicato ha espresso fermezza contro i tentativi di strumentalizzare le questioni agricole a fini elettorali nelle prossime elezioni europee.

Le parole del Cospa richiamano l’attenzione sulle manovre in corso, denunciando il tentativo di alcuni soggetti politici di conquistare consensi attraverso la menzogna e la finzione, sfruttando le giuste proteste dei veri agricoltori. Si fa riferimento a movimenti che, secondo la nota, hanno tradito il mondo agricolo in passato, come evidenziato dal voto favorevole al green deal a Bruxelles.

Il comunicato mette in guardia gli elettori dall’inganno, esortandoli a non fidarsi delle imitazioni e a votare per chi realmente rappresenta la produzione di qualità e la tutela della salute. Le elezioni europee, si sottolinea, non possono più essere sottovalutate, considerata l’importanza crescente che temi come l’agricoltura e altri settori cruciali rivestono per il benessere della Nazione.

Il Cospa Abruzzo si impegna a esorcizzare le diverse incarnazioni del ‘mostro verde’, invitando gli elettori a optare per candidati autentici che hanno a cuore il primo settore e la salvaguardia della qualità e della salute dei prodotti agricoli italiani.

Nella nota dei comitati agricoltori si pone l’accento sull’importanza di portare in Europa competenze e coraggio autentici, anziché teste di legno o figure vendute agli interessi delle multinazionali. Si propone quindi di sostenere un vero contadino, un agricoltore che ha vissuto in prima persona le sfide e le ingiustizie del settore, impegnato da decenni nella difesa dei diritti della categoria.

Si tratta di un appello all’unità e alla coesione, volta a preservare l’autenticità e la competenza nell’ambito agricolo, evitando che l’agricoltura italiana sia ridotta a uno strumento di manovra politica o di interessi economici privati.

In conclusione, il messaggio del Cospa Abruzzo è chiaro: è giunto il momento di difendere il vero spirito dell’agricoltura italiana e di portare in Europa voci autentiche e competenze concrete, garantendo così un futuro sano e prospero per il settore agricolo e per l’intera nazione. (D.V.)