SULMONA, IN MANETTE DUE GIOVANI PAKISTANI PER SPACCIO DI DROGA

I carabinieri della compagnia di Sulmona hanno portato avanti un’operazione di successo nella lotta allo spaccio di droga nella città, con l’arresto di due giovani pakistani, rispettivamente di 23 e 19 anni, per detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

L’azione dei carabinieri ha portato al sequestro di oltre cento grammi di hashish già pronti per lo spaccio, bilancini di precisione, buste di plastica per il confezionamento della sostanza e diverse centinaia di euro in contanti, elemento che testimonia l’attività illecita in corso.

I due giovani sono stati sottoposti a perquisizione personale e domiciliare che ha confermato i sospetti dei militari. Su disposizione del magistrato di turno, sono stati rinchiusi nel carcere di massima sicurezza di Sulmona, in attesa dell’udienza di convalida.

È stato rivelato che entrambi i soggetti arrestati saranno assistiti legalmente dall’avvocato Alessandra Vella, la cui difesa potrebbe definire l’esito delle udienze successive.

Le attività investigative dei carabinieri non si sono limitate al momento dell’arresto, ma si sono estese al domicilio dei giovani, dimostrando la determinazione delle forze dell’ordine nel contrastare il fenomeno dello spaccio sul territorio.

Questa operazione di successo si aggiunge ad altre recenti azioni delle forze dell’ordine contro il traffico di droga a Sulmona. La scorsa settimana, sempre di sabato, i militari avevano arrestato un 33enne della zona con 38 grammi di cocaina e 7 mila euro in contanti nel suo salvadanaio. Questa operazione ha portato a scoprire altri 50 assuntori, alcuni dei quali potenziali pusher, finiti nell’agenda degli inquirenti.

Le indagini sono ancora in corso e si prevede che ulteriori sviluppi porteranno alla luce altre attività illecite legate al traffico di sostanze stupefacenti nella zona.

Il lavoro delle forze dell’ordine, supportato dall’azione della magistratura, dimostra un impegno costante nel garantire la sicurezza dei cittadini e nel contrastare il dilagante fenomeno dello spaccio di droga.

Domenico Verlingieri