NESSUNA INCOMPATIBILITÀ TRA I MAESTRI DI SCI, REGOLARITÀ CONFERMATA

L’attività istruttoria condotta dal Collegio regionale abruzzese dei Maestri di Sci è stata sottoposta a scrupolosa revisione e la conclusione è chiara: nessuna inconferibilità o incompatibilità tra i candidati è emersa. Tale verdetto è stato sancito dalla Regione Abruzzo, attraverso un parere del Dipartimento Sviluppo Economico–Turismo – Servizio Politiche Turistiche e Sportive della Giunta regionale, sollecitato da un provvedimento del Tar.

Il Responsabile della Prevenzione della corruzione e della trasparenza del Collegio Regionale ha confermato che l’attività svolta è stata in piena coerenza con le norme e gli orientamenti dell’Anac (Autorità Nazionale Anticorruzione). Questo annuncio è stato fatto dal presidente del Collegio regionale dei Maestri di Sci, Francesco Di Donato, anche sindaco di Roccaraso.

Di Donato ha sottolineato che nel parere della Giunta regionale sono stati evidenziati tutti i passaggi rispettosi delle norme e delle prescrizioni dell’Anac. Questa conferma, oltre a rassicurare sulla regolarità delle procedure, ha posto fine a una fase di incertezza che aveva rallentato l’azione del Collegio regionale.

“Al di là dell’aspetto puramente tecnico”, ha dichiarato il presidente, “abbiamo vissuto due anni di rallentamento del nostro programma d’azione che aveva posto l’Abruzzo come modello nazionale, a causa di controversie legali. Ora, la Regione Abruzzo ha formalmente riconosciuto la correttezza del nostro lavoro”.

Di Donato ha inoltre ribadito l’impegno costante del Collegio a lavorare per la categoria, evidenziando il consenso e la stima della maggioranza dei maestri di sci. Tuttavia, ha sottolineato che ciò non implica una passività di fronte a azioni che danneggiano l’immagine del Collegio, sottolineando che tali azioni hanno prodotto fino ad ora solo pubblicità negativa e risultati irrilevanti.

Il Collegio regionale dei Maestri di Sci continua dunque il suo operato con determinazione e trasparenza, confermando il proprio impegno verso la professione e la tutela degli interessi della categoria.